Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Medicina Non Convenzionale

Cordyceps: fortifica il sistema immunitario e integra le terapie oncologiche tradizionali

Medicina Non Convenzionale

Cordyceps: fortifica il sistema immunitario e integra le terapie oncologiche tradizionali

Medicina Non Convenzionale

Cordyceps: fortifica il sistema immunitario e integra le terapie oncologiche tradizionali
139 condivisioni


Federico Perinelli - 01/02/2018

Il cordyceps sinensis è il nome particolare del nobile fungo medicinale dalle straordinarie caratteristiche e capacità, in grado di preservare e contribuire alla nostra salute e al nostro benessere ed essere, nei casi ove possibile, un eccellente supporto integrativo in ambito oncologico. Originario delle catene montuose asiatiche dove cresce ad altezze e temperature proibitive, già questa combinazione di fattori lo rende unico nel suo genere. Utilizzato da centinai di anni per via delle sue qualità terapeutiche e curative nei paesi d’origine e nella medicina tradizionale cinese, in Occidente e specialmente in Italia è da poco più di venti anni che viene utilizzato e commercializzato. Come per tutte le sostanze autorizzate e presenti nella lista del Ministero della Salute anche per il cordyceps vengono riportati gli effetti fisiologici comprovati sul nostro organismo e nello specifico dalla sua assunzione otteniamo i seguenti benefici: azione tonica e di sostegno metabolico, naturali difese dell’organismo e funzionalità delle prime vie respiratorie. Sono questi gli effetti riconosciuti e per questi effetti deve essere utilizzato ed apprezzato, ma la ricerca a livello globale negli ultimi anni si è spinta oltre ottenendo promettenti risultati.

Componenti nutrizionali e bioattivi utili in ambito oncologico

L’effetto fisiologico a supporto delle cure tradizionali in ambito oncologico è sicuramente quello di essere di aiuto al sistema immunitario perché contribuisce a incrementare la risposta dell’organismo in opposizione alla patologia e concorre come valido supporto metabolico e di sostegno nutritivo, in quanto contiene delle sostanze importanti dal punto di vista nutrizionale che molto spesso, in presenza di determinate patologie come quelle neoplastiche, può essere necessaria una loro integrazione, sempre sotto super visione medica. I componenti metabolici e di sostengo nutritivo presenti sono le vitamine E , K , B1, B2, B12 , tutti gli aminoacidi essenziali, micro e macro elementi ( k, Mn, Zn , Fe, Na, Al, Si, Ti, Sr, Cr, Ca, Na, Pi, Zr, Ga, V). Importanti sono le ottime quantità di polisaccaridi come: galattomannano, micosio, ergosterol , adenosina, Acido Palmintico, Steroli, Gracile e tra i più considerevoli ritroviamo beta-glucani beta-mannani, acido cordicepico, Cordicepina.

Kit Micoterapia - Cordyceps + Bioflavo C
Sinergia per il benessere
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
Cordyceps Biologico in Polvere Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Azione antivirale e antibatterica

Questa azione è svolta dalla cordicepina un derivato del nucleoside adenosina differente da essa per l’assenza di un atomo di ossigeno nella posizione 3 dell’anello del ribosio. Considerando il fatto che la struttura chimica della cordicepina e adenosina è analoga, alcune DNA-polimerasi non riescono a distinguerle e, conseguentemente, la molecola di cordicepina ha la capacità di essere incorporata in una molecola di RNA ultimandone la sintesi. La cordicepina ha la capacità di inibire diverse proteine chinasi mostrando proprietà antitumorali, antibatteriche, antimicotiche, antivirali. (Rose KM, Bell LE, Jacob ST. Specific inhibition of chromatin-associated poly (A) synthesis in vitro by cordycepin 5-triphosphate. Nature. 1977; 267 (5607):178–180). 

Risultati della ricerca sulla cordicepina

Oltre alle sue importanti proprietà antivirali e antibatteriche, la cordicepina sembra aver dimostrato effetti antitumorali mediante studi in vitro condotti da ricercatori giapponesi sostenuti dalla Japan Society For the Promotion of Sciences e pubblicati sul Journal Of Pharmacological Sciences, volume 127 January 2015. Al momento è giusto ricordare che non ci sono studi scientifici completi dal punto di vista dell’evidence base medicine e si raccomanda sempre il parere del proprio medico e dello specialista prima dell’utilizzo, specialmente se in presenza di patologie.

Cordyceps, cancro e benessere

Oramai è chiaro a tutti che molte patologie degenerative, nelle quali rientra anche il cancro, abbiano un denominatore comune che si chiama ipossia e acidità alla base del loro sviluppo e della loro progressione. Una giusta chiave in ambito preventivo, ma anche curativo, è sicuramente il mantenimento di alti livelli di ossigeno a livello sistemico e cellulare e un PH alcalino. Il cordyceps in questo può essere un nostro valido alleato. Essendo costituito da grandi varietà, quantità e qualità di polisaccaridi i quali, nello specifico, non sono altro che lunghe catene di zuccheri con all’interno numerose sezioni di ossigeno. Le molecole di ossigeno vengono rilasciate e assorbite a livello cellulare andando così ad aumentare i livelli di ossigeno e contribuendo ad aumentare l’ATP (Adenosina Trifosfato) la responsabile della respirazione cellulare e della bioenergetica cellulare a cui fanno capo moltissime reazioni enzimatiche e cellulari e che rappresenta la nostra “batteria” interna di energia.

 



Tutto questo si traduce in maggiore energia, forza, vitalità, resistenza fisica e stimolo alle naturali difese, che possono venire meno quando una persona è sottoposta a periodi di forte stress o nei cambi di stagione di indebolimento generale e in tutte quelle terapie debilitanti, come possono essere chemio e radio. L’integrazione può essere utile in altre tipologie di malattie degenerative nelle quali oltre all’effetto fisiologico è importante legare un effetto nutritivo dato dalle componenti che ritroviamo interne al fungo. In ogni caso è doverosa la raccomandazione di richiedere il parere del proprio medico curante senza lasciare spazio a iniziative personali.

Un mio personale consiglio è quello di scegliere integratori e aziende di qualità, perché si deve considerare che il fungo per sua natura si sviluppa a contatto con la terra e da esso assorbe il meglio, ma anche il peggio: quindi è molto importante valutare la provenienza per accettarsi che sia privo di inquinanti e sottoposto a rigorosi controlli di qualità. A presto e buona salute. 


Federico Perinelli
Naturopata Master e Tecnico Nazionale CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) per il settore Benessere e Discipline Bio-Naturali. Registrato... Leggi la biografia
Naturopata Master e Tecnico Nazionale CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) per il settore Benessere e Discipline Bio-Naturali. Registrato come Naturopata Professionista Certificato a Norma UNI/EN/ISO 11491 alla posizione N°129. Iscritto al Registro degli Operatori Discipline Bionaturali sezione Naturopatia della Regione Lombardia... Leggi la biografia

139 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


Libro in formato e-book:
Omaggio Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"