Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Medicina Integrata

I segreti curativi dell’acqua di mare

Medicina Integrata

I segreti curativi dell’acqua di mare

Medicina Integrata

I segreti curativi dell’acqua di mare

Alla scoperta di René Quinton, il biologo francese che mise in luce le connessioni biologiche tra l’acqua di mare e l’organismo umano


Valerio Pignatta - 22/02/2021

Articolo di Valerio Pignatta tratto da Scienza e Conoscenza n.75


 

Un fisiologo e biologo francese vissuto a cavallo tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, René Quinton (1866-1925), che, come assistente, conduceva ricerche sulla temperatura e la composizione salina tra le specie presso il Laboratorio di Patologia Fisiologica al Collegio di Francia, riflettendo e analizzando questa storia pregressa comune a tutte le forme di vita, iniziò a ipotizzare delle spiegazioni biologiche su alcune funzioni metaboliche dell’organismo umano che potevano avere a che fare con questa eredità acquatica e marina.

Da questo inquadramento e dalla sperimentazione conseguente che ne seguì, Quinton riuscì anche a trarre delle terapie molto efficaci e funzionali che hanno preso e portano a tutt’oggi il suo nome.

 

Gli assunti di Quinton

Studiando l’ambiente marino e scoprendo che l’acqua di mare e il corpo umano sono abbastanza simili (nonché che la prima rimane bevibile e iniettabile), Quinton elaborò una teoria secondo cui gli organismi che hanno abbandonato l’ambiente marino durante l’evoluzione conservano nel sangue la concentrazione salina propria dell’acqua all’epoca in cui l’abbandonarono (legge di costanza osmotica).

Ma non solo. Secondo Quinton, gli attuali organismi animali delle diverse specie, manifestatisi per la prima volta nell’ambiente marino a livello primitivo, tendono a serbare, al fine del loro funzionamento cellulare, le cellule costitutive degli organismi corrispondenti nel mezzo marino delle loro origini (legge della costanza marina).

In pratica, nonostante i milioni o miliardi di anni trascorsi, nell’essere umano c’è una continuità con l’ambiente marino che ancora influisce e caratterizza fortemente l’organizzazione biologica e cellulare del suo organismo.

Secondo Quinton, il liquido in cui sono immerse le nostre cellule (i liquidi extracellulari e in particolare il liquido interstiziale) sarebbe ancora, per composizione, più o meno lo stesso liquido marino di milioni e miliardi di anni fa. [continua...]

Nell'articolo completo potrai approfondire:

  • Il mare, elemento di vita per gli esseri viventi
  • La nascita del plasma di Quinton
  • Acqua di mare che cura
  • Come utilizzarla

 SCOPRI SCIENZA E CONOSCENZA N. 75

 

 


Valerio Pignatta
Valerio Pignatta, giornalista scientifico, naturopata e con due lauree a indirizzo storico, cura da numerosi anni come direttore editoriale alcune... Leggi la biografia
Valerio Pignatta, giornalista scientifico, naturopata e con due lauree a indirizzo storico, cura da numerosi anni come direttore editoriale alcune collane di libri di medicina e alimentazione naturale per la casa editrice Macro Edizioni. Ha pubblicato diversi articoli sui periodici nazionali sulle tematiche inerenti il rapporto salute/ambiente... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



L'argento Colloidale, potente rimedio naturale
Omaggio L'argento Colloidale, potente rimedio naturale

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere L'argento Colloidale, potente rimedio naturale