Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Chiedi al Naturopata

La nostra salute dipende dalla salute del nostro intestino

Chiedi al Naturopata

La nostra salute dipende dalla salute del nostro intestino

Chiedi al Naturopata

La nostra salute dipende dalla salute del nostro intestino
125 condivisioni

L’intestino per l’uomo è come un secondo cervello: perché il nostro benessere deriva dalla sua salute? Scopriamo come funziona


Federico Perinelli - 15/03/2018

L’idea che ci sia una stretta correlazione tra salute e intestino si diffonde dai tempi della nascita della medicina stessa. Lo stesso Ippocrate, padre della moderna Medicina, affermava che tutte le malattie hanno origine nell’intestino. Oggi più che mai questa definizione trova molte conferme provenienti da studi scientifici, ricerche e ricercatori in tutto il mondo. Già un secolo fa il biologo e immunologo russo, vincitore del premio Nobel per la Medicina nel 1908, Il'ja Il'ič Mečnikov, diffuse interessanti studi relativi alla longevità in soggetti caucasici, mettendo in evidenza come queste persone assumessero alimenti ricchi di acido lattico e fermenti lattici e come questo influenzasse la loro salute, il loro benessere e le loro aspettativa di vita. Nonostante questi significativi dati e informazioni, oggi non tutta la comunità scientifica e medica pone la giusta importanza e cura verso l’intestino. È fondamentale aumentarne la cultura, la formazione e l’informazione a partire dalle Università. Non dobbiamo dimenticarci che l’intestino viene definito il nostro secondo cervello. La nostra salute dipende molto dalla sua integrità e funzionalità.
L’intestino è la parte finale dell’apparato digerente. È suddiviso in due tratti definiti piccolo intestino o intestino Tenue e grande intestino o intestino Grasso.

Intestino Tenue

L’intestino Tenue, lungo circa 7 metri ,è separato dallo stomaco per via della valvola ileo-cecale e questa porzione di apparato digerente è suddiviso in tre tratti: il primo tratto Duodeno, il secondo tratto Digiuno, il terzo tratto Ileo. Il Duodeno termina la digestione iniziata dalla bocca e dallo stomaco, mentre il Digiuno e l’Ileo assorbono i nutrienti attraverso i villi intestinali. Gli stessi si presentano come estroflessioni della mucosa dell’intestino, rivolti verso il lume intestinale, i quali sono deputati ad aumentare la superficie dell’organo per aumentare la capacità di assorbimento dei nutrienti. Ogni villo è a sua volta costituito da microvilli. Le cellule che costituiscono villi e microvilli sono chiamate Enterociti. Il loro compito è di assorbire le sostanze nutritivi da utilizzare poi nei processi metabolici. In 1cm quadrato di mucosa intestinale possiamo contare circa 1000 villi e circa 1 miliardo di microvilli.

I Batteri Intestinali: la chiave per guarire e vivere in salute
Come prevenire, curare e guarire allergie, sovrappeso, diabete, colon irritabile, autismo, depressione, e molto altro
Voto medio su 15 recensioni: Buono

Intestino Grasso

L’intestino Grasso invece non presenta né villi né microvilli e rappresenta l’ultima parte dell’apparato digerente. Misura circa 2 metri. La sua principale funzione è quella di riassorbire acqua ed elettroliti e inoltre è deputato all’accumulo di sostanze di scarto, non assorbite dal Tenue, per essere poi successivamente eliminate con le feci. Il grasso è suddiviso in Cieco, Colon e Retto. Il Cieco ha un prolungamento chiamato appendice. Il Colon invece è ulteriormente suddiviso in ascendente, traverso, discendente, sigmoideo. Il retto comunica con l’esterno per via dello sfintere anale. Tutto il tratto intestinale è costituito da muscolatura, la quale è necessaria per la peristalsi e la segmentazione che scandiscono il ritmo della nostra motilità intestinale. Contrazione e rilassamento della muscolatura hanno lo scopo di far avanzare il contenuto verso il retto.

La Salute dell'Intestino - Il Colon
I Macro tascabili del benessere

Intestino e sistema immunitario

Quanto detto può far sembrare che l’intestino abbia solamente un ruolo meccanico, ma ricopre un ruolo importante e fondamentale della nostra salute in quanto in esso risiede la maggior parte del nostro sistema immunitario. La microflora intestinale presente ci protegge da potenziali aggressioni batteriche, esplica un’azione protettiva verso sostanze dannose e alcune delle sue cellule sono immunitarie, quindi adibite alla produzione di anticorpi. Importante anche il suo ruolo nella produzione di alcune vitamine, anch’esse fondamentali per il mantenimento del nostro benessere. Possiamo concludere attribuendo al nostro intestino due funzioni principali. La prima funzione è quella di selettore specifico di sostanze nutritive di cui assicura il giusto assorbimento, la seconda è quella di protezione verso possibili aggressioni da parte di patogeni.


Leggi la seconda parte dell'articolo su intestino e tumori.


Federico Perinelli
Naturopata Master e Tecnico Nazionale CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) per il settore Benessere e Discipline Bio-Naturali. Registrato... Leggi la biografia
Naturopata Master e Tecnico Nazionale CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) per il settore Benessere e Discipline Bio-Naturali. Registrato come Naturopata Professionista Certificato a Norma UNI/EN/ISO 11491 alla posizione N°129. Iscritto al Registro degli Operatori Discipline Bionaturali sezione Naturopatia della Regione Lombardia... Leggi la biografia

125 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


La Fisica dell'Incredibile
Omaggio La Fisica dell'Incredibile

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere La Fisica dell'Incredibile