Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Cancro: le cure alternative

Nutrizione e tumore: perché il metodo Gerson è così attuale?

Cancro: le cure alternative

Nutrizione e tumore: perché il metodo Gerson è così attuale?

Cancro: le cure alternative

Nutrizione e tumore: perché il metodo Gerson è così attuale?
504 condivisioni


Margaret Straus - 19/10/2017

Parlando del rapporto tra alimentazione e salute e di come il cibo e lo stile di vita possono prevenire e curare molte delle malattie del nostro tempo, non possiamo non parlare, ancora una volta, del Metodo Gerson quale antesignano di tante terapie e proposte di detossificazione oggi presenti sul "mercato" della salute.
Per farlo abbiamo scelto di intervistare Kathryn Alexander, inglese che vive in Australia ormai da molti anni, che ha incontrato il Metodo Gerson come terapista oltre trent'anni fa e da allora non l'ha più lasciato. 

Come spiega l’aumento vertiginoso delle malattie degenerative nel mondo moderno? Quali sono le cause e, se “la cura è nella causa” come possiamo trattare questo problema?

Negli ultimi cinquant’anni si sono verificati tre grandi cambiamenti:

  • il numero di sostanze chimiche nell’ambiente, la maggior parte delle quali sono state classificate cancerogene dall’OMS;
  • il cibo confezionato;
  • l’introduzione dello sciroppo di glucosio come un’alternativa poco costosa allo zucchero.


Con questi cambiamenti le statistiche sul cancro e sulle malattie croniche sono svettate a proporzioni da epidemie. Purtroppo questi attacchi all’ambiente e al nostro corpo sono ignorati, dato che continuiamo ad aumentare il carico delle sostanze chimiche.
Dal canto suo la propaganda medica afferma che le cause individuali sono ancora ignote (o non approvate) per un’alta percentuale di cancri e che il cancro non discrimina, e quindi non si può provare che molti tumori adulti siano legati allo stile di vita. Il fulcro del trattamento si è spostato alla medicina genetica dove ci viene detto che il problema è nella mutazione genetica, che viene considerata una semplice variazione genetica, nella quale alcuni gruppi hanno una suscettibilità maggiore rispetto ad altri. Poiché il nostro gruppo di geni muta molto lentamente, l’aumento di cancro non può essere attribuito ai geni difettosi. I geni rispondono all’ambiente circostante e danno istruzioni per la sicurezza della cellula e la sopravvivenza della specie, ma possono essere danneggiati dall’ambiente se le tossine rompono le difese delle cellule. Quindi, per dirla in modo semplice, se vogliamo vedere la cura abbiamo bisogno di cambiare l’ambiente ed eliminare l’inquinamento che è la causa del problema. Penso che un movimento di gente comune nel quale i consumatori guidano il cambiamento e al quale si aderisce su larga scala sarebbe la migliore speranza per il pianeta e per le generazioni future.


Scopri il libro di Kathryn Alexander sul Metodo Gerson 


Ci direbbe qualcosa riguardo al rapporto tra condizioni acidi nel corpo e il consumo di sale e proteine animali, nonché farmaci e stimolanti?

Il corpo è un produttore di acido netto, produce l’equivalente di 3 l di acido sulfurico al giorno. Persino nelle normali condizioni questo carico è eccessivo. Quando parliamo di alcalinizzare il corpo dovremmo in realtà parlare di uno stile di vita che aiuta gli organi che eliminano l’acido, come i reni. Più proteine mangiamo, più sale consumiamo, più stress abbiamo, più stimolanti prendiamo, maggiore è il carico acido metabolico. Molte persone pensano di poterlo neutralizzare bevendo un po’ di bicarbonato e poi continuano il proprio stile di vita.
Però in realtà, a meno che le cellule siano arricchite di potassio e, come conseguenza, in grado di utilizzare ossigeno, non andremo molto lontano verso la risoluzione del problema acidità. Se le cellule non potranno usare l’ossigeno, non funzioneranno bene e cadranno nella fermentazione e il ciclo dell’acidità si ripeterà. È qui che dobbiamo risolvere il problema e, come ha scoperto il dottor Gerson, non si può ottenere questo spostamento di potassio nelle cellule se continuiamo a mangiare sale o molte proteine (animali o non). Questo sciacquare dalle cellule tossine, sodio e acqua in eccesso, e il riportare al loro interno potassio, è fondamentale per l’ossidazione, e quindi per ridurre al minimo il carico di acidità.


Leggi anche

 


Vorrebbe commentare i risultati che ha osservato per il cancro e altre malattie croniche nel corso dei molti anni in cui ha insegnato e applicato la Terapia Gerson?

Curo pazienti con la Terapia Gerson da circa 15 anni e ho visto risultati nelle cure del cancro, delle condizioni autoimmuni e anche risvolti nella cura delle malattie cronico degenerative. L’età non è un ostacolo dato che i miei pazienti più anziani, che non sono stati esposti alle sostanze chimiche nell’infanzia, spesso rispondono meglio dei giovani. Ma non si può mai dire. Ho avuto una paziente con linfoma che venne da me in seguito alla sua terza ricaduta dopo aver fatto la chemioterapia, ed è guarita completamente. Tornò dieci anni dopo in seguito a una nuova ricaduta (era tornata ai vecchi tempi) e di nuovo guarì completamente.
Come potete immaginare ho diversi pazienti che vengono da me come ultima spiaggia. Chiedo sempre a ogni paziente cos’è che vogliono ottenere, e loro in genere sono abbastanza realistici sulle loro opzioni, in particolar modo quando sono molto malati.
Invariabilmente, cercano semplicemente di migliorare le loro probabilità sull’esito o di migliorare la loro qualità di vita, e questo possiamo farlo. Possiamo anche ridurre i medicinali, ridurre il dolore, dare maggiore vitalità; possiamo portare molti pazienti al punto tale che essi stessi affermano che non avrebbero mai saputo di poter avere una condizione di salute simile se non avessero avuto un obiettivo. La terapia dà la vita, in un contesto completo; mette le famiglie e la comunità insieme, dà ispirazione e, in molti casi, speranza. Ci rende consapevoli del fatto che dobbiamo avere cura del pianeta se vogliamo guarire e rimanere in salute.

Continua la lettura dell'intervista! 
  


Chi è Kathryn Alexander

Ha diplomi di Terapista in dietetica, naturopata e Terapista del metodo Gerson, e ha oltre 30 anni di esperienza  nel campo del trattamento dietetico, nel quale ha visto la profonda guarigione e cura che possono verificarsi con la corretta applicazione della dieta, soprattutto nei pazienti che usano la Terapia Gerson. È anche membro del Consiglio del Gerson Institute ed è stata utile nello sviluppare il loro programma per la formazione di nuovi praticanti, intraprendendo i corsi di formazione negli Usa, nel Regno Unito, Germania e Australia.
Kathryn vive e lavora nella sua casa di Sunshine Coast, in Australia.
Per maggiori informazioni e materiale potete visitare: www.kathrynalexander.com.au


 Leggi anche


Margaret Straus
è la nipote del Dottor Max Gerson. Nata a New York, dal 1967 abita in Europa, prima a Londra e ora tra Milano e il lago di Como. Nei primi anni... Leggi la biografia
è la nipote del Dottor Max Gerson. Nata a New York, dal 1967 abita in Europa, prima a Londra e ora tra Milano e il lago di Como. Nei primi anni 70 scrive un articolo sul lavoro di suo nonno per “Here’s Health”, una rivista popolare inglese per le cure naturali. L’articolo suscita enorme interesse e da allora la signora Straus scrive... Leggi la biografia

504 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Potrebbero interessarti


Che cos'è l'Energia?
Omaggio Che cos'è l'Energia?

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Che cos'è l'Energia?