Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Archeologia

Graham Hancock al Convegno "Le Connessioni Inattese" 2012

Archeologia

Graham Hancock al Convegno "Le Connessioni Inattese" 2012

Archeologia

Graham Hancock al Convegno "Le Connessioni Inattese" 2012
2 condivisioni


Redazione - 01/01/2016

Roberto Germano, uno dei fondatori e promotori dell'evento napoletano "Le Connessioni Inattese" giunto al sesto anno consecutivo, ci parla dell'edizione 2012.

IL SENSO, LA PASSIONE, LA TEORIA. CI SPIEGHI IL TITOLO CHE AVETE DATO A QUESTA EDIZIONE DE LE CONNESSIONI INATTESE?
Siamo giunti al sesto anno de Le Connessioni Inattese, e dopo aver stimolato inattese connessioni tra il Mito, il Sogno, la Realtà nel 2007, e poi tra la Storia, la Scienza, la Propaganda nel 2008, tra la Vita, la Forma, la Relazione nel 2009, tra l’Uomo, il Tempo, la Natura nel 2010, e l’anno scorso tra la Frontiera, l’Ignoto e l’Eresia, quest’anno con il Senso, la Passione, la Teoria, vogliamo discutere su qualcosa che trasversalmente sottende a tutto ciò di cui abbiamo parlato, discusso e immaginato nelle scorse edizioni.
Da bambino fui molto colpito da un pensiero di Leonardo da Vinci che sintetizza nella sua poeticità il connubio tra tali concetti, che sono alla base della ricerca della conoscenza libera da barriere, in cui il soggetto si unisce con passione all’oggetto per conoscerlo, e solo così può davvero riuscirci, come un amante con l’amata:
«Muovesi l’amante per la cos’amata come il senso e la sensibile e con seco s’unisce e fassi una cosa medesima.
L’opera è la prima cosa che nasce dall’unione.
Se la cosa amata è vile, l’amante si fa vile.
Quando la cosa unita è conveniente al suo unitore, li seguita dilettazione e piacere e sadisfazione.
Quando l’amante è giunto all’amato, lì si riposa.
Quando il peso è posato, lì si riposa. La cosa cognusciuta col nostro intelletto»

COME MAI AVETE SCELTO DI INVITARE GRAHAM HANCOCK, LE CUI RICERCHE DI ARCHEOLOGIA ALTERNATIVA RISULTANO CONTROVERSE E SPESSO RIDICOLIZZATE DALLA SCIENZA UFFICIALE?
E’ semplice: perché siamo davvero molto scettici! Infatti, il termine “scettico” deriva dalla parola greca: σκέπτομαι (sképtomai) = “osservo”, che possiede anche gli altri significati di: considerare, esaminare, guardare attentamente, riflettere; secondo altri, invece, l’origine del termine “scetticismo” risiede, invece, nella parola greca Σκέψις (sképsis), che vuol dire "ricerca". In ogni caso, nulla a che fare con ciò che tu stai definendo l’attuale “scienza ufficiale”, termine col quale credo tu possa intendere soltanto la cristallizzazione del sapere del secolo scorso.
La storia delle scienze e delle conoscenze mostra chiaramente che nel momento in cui l’istituzione “accademica” emette le sue più nette sentenze, le visioni più avanzate stanno proprio allora, con grande entusiasmo e rinnovata chiarezza, generando il futuro.
A cosa serve il “bastian contrario” che nega aprioristicamente ciò che non è previsto dai suoi modelli? Spesso è soltanto molto utile a dare in pasto alle masse inermi conoscenze ormai obsolete, per conservare lo status quo di chi attualmente detiene il potere “imperiale”.
C’è da aggiungere, poi che Graham Hancock non parlerà tanto di archeologia, ma dell’argomento del suo ultimo saggio, il più controverso, forse: “Sciamani”. Infatti, il titolo del suo intervento è: Stati Alterati, Dio e il Diavolo, Dimensioni Parallele, e il Futuro dell’Uomo. Hancock sostiene che incontri con esseri non-terrestri (non nel senso degli extraterrestri normalmente intesi) avrebbero giocato un ruolo fondamentale nella storia dell’umanità. Graham Hancock, trovando connessioni inattese tra gli antichi libri egiziani dei morti, lo sciamanismo, l’arte delle caverne paleolitiche, l’ayahuasca, e altre sostanze psicotrope, ipotizza che attraverso stati alterati di coscienza, i nostri cervelli si “risintonizzano”, rendendo possibile l’interazione con questi esseri di altre dimensioni, e considera che queste comunicazioni sono fondamentali per il futuro della specie umana.
D’altronde, tornando al titolo di quest’anno: il Senso, la Passione, la Teoria, è interessante ricordare come il famoso filosofo napoletano Giovanbattista Vico sintetizzava mirabilmente il processo conoscitivo, senza spazio per quelle “etichette museali” che bloccano ogni possibile progresso conoscitivo:
«Gli esseri umani prima sentono,
poi avvertono con animo perturbato e commosso,
indi riflettono con mente pura».

SciamaniVoto medio su 4 recensioni: Da non perdere

DI CHE COSA PARLERANNO GLI ALTRI RELATORI PRESENTI AL CONVEGNO?
Seguendo l’aforisma di Goethe che diceva: “detesto tutto ciò che mi istruisce soltanto, senza ampliare o eccitare immediatamente la mia attività”, avremo una serie interventi assolutamente eccitanti! E non mancheranno le sorprese in sala con “inattese” azioni sceniche…
Introdurrà i lavori Alessandro Scuotto, medico, Presidente dell’Associazione ALTANUR, con l’intervento: Il senso della passione o la passione dei sensi?
Ci sarà inoltre l’intervento di Stefano Arcella, studioso di religioni misteriche: Il pensiero vivente nella Filosofia della Libertà di Rudolf Steiner. Il pensiero di cui parla Steiner non è il pensiero dialettico ma quello sintetico-intuitivo, vivente, animato dal calore dell’anima e dalla volontà.
Stefano Mancuso, direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale – sì, avete capito bene !! - descriverà numerosi esperimenti sulla incredibile comunicazione delle piante: ascoltano, vedono, parlano: Cognizione e comunicazione nelle piante.
La fisica Patrizia Stefanini parlerà, invece, del connubio tra fisica quantistica e Shiatzu, e di come partendo dalla Fisica sia giunta allo Shiatzu, per tornare, grazie ad esso, alla Fisica: Il viaggio dalla Scienza positiva alla Medicina energetica e ritorno.
Tra fisica e filosofia sarà anche l'intervento di Emilio Del Giudice, famoso fisico teorico napoletano, insignito del “Premio Prigogine” nel 2009: L'oscillazione quantistica alla base dell'essere. Nella visione convenzionale classica la realtà fisica è riducibile ad oggetti esistenti di per sé la cui oscillazione eventuale richiede l'applicazione di forze esterne, ma la rivoluzione quantistica rovescia questa impostazione e concepisce il movimento come parte essenziale dell'essere e ciò è alla base dei principi di indeterminazione. In questo contesto gli oggetti interagiscono sulla base della risonanza delle loro fluttuazioni tra di loro e con i campi di gauge che riempiono il vuoto: non può esistere il corpo isolato. Attraverso le fluttuazioni ogni oggetto può esplorare l'ambiente e quindi dialogare con esso, ed è proprio da qui che nasce una concezione estetica del reale.
Nicola De Pisapia, dell’Università di Trento, tratterà: L’allenamento mentale dal pensiero antico alle neuroscienze. Infatti, un convincimento accomuna alcuni intellettuali cristiani medioevali, filosofi della scuola pitagorica, monaci buddisti, maestri di retorica antica e neuroscienziati cognitivi odierni: l’idea che le capacità mentali dell’individuo possano essere migliorate attraverso pratiche mirate. Recenti studi neuroscientifici stanno mostrando proprio come il cervello umano sia un organo sorprendentemente plastico in tutte le fasce d’età, e si sta dimostrando come la cognizione, la gestione delle emozioni, l’intelligenza e così via possano essere migliorate in tutte le fasi della vita tramite allenamenti mentali mirati e ripetuti nel tempo.
Interverrà anche Lorenzo Cecchini, fondatore del portale di divulgazione medica Medicina.it : Connessioni di successo e successo di connessioni, storia di una start-up nata da una passione informatica unita ad una esperienza di vita, un progetto che sostiene e promuove la buona informazione medica attraverso la rete,
aumentando così le potenzialità del cittadino. Tutto partì da un'idea nata sul web alla fine del secolo scorso, e che oggi, dopo oltre 12 anni e con una platea di visitatori di oltre 2,5 milioni di utenti mensili, si può cominciare a valutare.

QUALI SONO GLI EVENTI PIÙ SIGNIFICATIVI CHE SI SVOLGERANNO DA NOVEMBRE A MARZO?
Ci sarà il ciclo di due seminari: IL DISCREDITO PATOLOGICO, in collaborazione con la Fondazione HUMANITER:
Sabato 24 novembre ore 17.00 - Filippo D'Eliso (compositore, ricercatore): Se non ti conformi, non esisti.
Sabato 1 dicembre ore 17.00 - Roberto Germano (fisico, ricercatore): Il discredito patologico.
NOVE: Un progetto interdisciplinare che coinvolge Ricercatori e Artisti, in collaborazione con LINEADARCO e la Biblioteca di San Giorgio a Cremano, che intende "connettere" ricercatori e artisti in modo che possano scambiare idee e confrontarsi per progettare insieme e per far emergere la consapevolezza che la ricerca scientifica e l'arte sono profondamente collegate. Da questa collaborazione nascono nove eventi interdisciplinari da gennaio a novembre 2013: mostre, installazioni, video, performance teatrali e musicali.
FUMETTO & CONNESSIONI + COMIX PARTY di Natale, in collaborazione con la Scuola COMIX di Napoli (Dicembre 2012). Il consueto appuntamento dedicato ai giovani dai 9 ai 90 anni con l'intervento di fumettisti e illustratori famosi in Italia e all'estero e con lo spettacolo di una ormai collaudata e attesissima gara COSPLAY.
La PASSIONE per NAPOLI, In collaborazione con Insolitaguida:
Visite inconsuete ed extra-ordinarie alla scoperta di luoghi incredibili (da Gennaio ad Aprile 2013)
- Napoli: un fantasma in ogni vicolo
- Non è vero ma .. ci credo
- Il Peccato: quando le case erano ... chiuse
- Matilde Serao racconta la sua Napoli
- Napoli sott' e 'ncoppa
- 34 'a capa. Storie di teste napoletane

FANTASY DAY, in collaborazione con Lineadarco: Domenica 19 maggio, ore 10-19. Giornata interamente dedicata al Fantasy, Villa Bruno – S. Giorgio a Cremano. Un grande evento interamente dedicato al Fantasy nella splendida cornice del parco di Villa Bruno con il coinvolgimento delle maggiori associazioni del settore dei giochi da tavolo, dei giochi di ruolo e della rievocazione. Concorso COSPLAY a premi.
LABORATORIO sensoriale. In collaborazione con Asociazione ARTEMISIA.
15 Febbraio 2013 - Villa Bruno – San Giorgio a Cremano: Il Mondo attraverso i sensi: teoria e passione.
Con Floriana Figliomeni (naturopata) e Daniela Stabile (psicologa). Un percorso che si sviluppa attraverso i 5 sensi e in cui il corpo diventa protagonista della percezione sensoriale e della conoscenza dello spazio che occupa. Un'esperienza pratica che ci porta ad una maggiore consapevolezza delle nostre risorse.

COSA VI ASPETTATE DA QUESTA EDIZIONE?
Come nelle 5 edizioni precedenti, ci aspettiamo il successo di “pubblico” a cui siamo stati abituati, e che ci ha stimolati a continuare ogni anno dopo la prima edizione del 2007... tant’è che quest’anno abbiamo organizzato anche un interessantissimo pacchetto week-end per venire incontro alle esigenze dei tanti che provengono da altre regioni.
Per maggiori informazioni e per tutti gli aggiornamenti si consiglia di far riferimento al sito web: www.leconessioniinattese.com
Vorrei, inoltre, cogliere l’occasione per ricordare il nostro obiettivo principale, che si ricollega a ciò che scriveva Jules-Henri Poincaré (1854 – 1921) in “Science et mèthode” (1909): “Via via che la scienza si sviluppa, diventa sempre più difficile averne una visione complessiva; si cerca allora di dividerla in tanti pezzi e di accontentarsi di un pezzo solo; in una parola ci si specializza. Continuare in questa direzione sarebbe di grave ostacolo ai progressi della scienza. Lo abbiamo detto: sono le connessioni inattese fra diversi domini scientifici che rendono possibili tali progressi.”



2 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


Libro in formato e-book:
Omaggio Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"