Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Alimentazione e Salute

Lo yogurt nutre i nostri batteri buoni

Alimentazione e Salute

Lo yogurt nutre i nostri batteri buoni

Alimentazione e Salute

Lo yogurt nutre i nostri batteri buoni
46 condivisioni

La storia dello yogurt e tutti i suoi benefici. Partendo dal 10 mila AC fino ad arrivare ai giorni nostri, le proprietà benefiche dello yogurt e il suo potere per aiutare i nostri batteri buoni, il microbiota e l'intestino


Andrea Giulia Pollini - 25/10/2018

Lo yogurt è uno dei cibi più antichi che conosciamo, il suo nome deriva dalla parola turca “yoğurmak” che significa denso, coagulato, cagliato. Lo yogurt venne scoperto da alcuni uomini che, tra 10mila e i 5mila anni AC, addomesticarono degli animali da latte. Per riuscire a conservare il latte, visto che non esisteva un modo per farlo, decisero di bollirlo e per millenni questo metodo rimase la sola alternativa per mantenerlo. Oggi conosciamo tutti i benefici dello yogurt: il primo scienziato che provò la sua efficacia contro alcune patologie fu Stamen Grigorov che attribuì con certezza le proprietà dello yogurt a un determinato batterio in esso contenuto e chiamato, da allora, Lactobacillus bulgaricus. In seguito Yllia Metchnikoff, Nobel russo, ipotizzò che proprio il lactobacillus potesse essere una delle cause della longevità della popolazione bulgara di allora, eravamo nel 1905. La prima fabbrica di yogurt aprì in Francia, la Danone nel 1932, e poi si espanse in tutto il mondo.

 

I benefici dello yogurt

Lo yogurt è un alimento perfetto per chi soffre di pressione alta e problemi cardiovascolari. La sua efficacia è stata testata in uno studio durato trent’anni a cui sono stati sottoposti 18 mila uomini tra i 40 e i 75 e un gruppo di 55 mila donne di età compresa tra 30 e 55 anni, entrambi i gruppi affetti da ipertensione. Sono state osservate le loro abitudini alimentari e i loro stati di salute e si è riscontrato che il maggior consumo di yogurt corrispondesse nelle donne al 30% in meno di rischio d’infarto miocardico e negli uomini al 19% in meno. Chi tra i due gruppi consumava yogurt almeno due volte a settimana abbassava del 20% il rischio di contrarre malattie del sistema coronarico o infarto rispetto agli altri. Nonostante sappiamo che lo yogurt faccia bene, ne consumiamo troppo poco. Ancora molte persone non si rendono conto della sua grande potenzialità. Il consumo di yogurt nel lungo periodo riduce molti problemi, come scrive la dottoressa Debora Rasio in un articolo apparso su PleinAir: “Nonostante sia una ricchissima fonte di calcio, il consumo di yogurt è molto variabile da paese a paese, ma generalmente ridotto rispetto al potenziale di salute che rappresenta questo alimento: in Paesi come il Brasile e gli Stati Uniti, ad esempio, non supera il 6% la quota di popolazione che consuma abitualmente yogurt. Un’opportunità persa per contribuire a uno stile di vita sano dato l’alto contenuto di calcio, di proteine biodisponibili, di probiotici preziosi per la salute dei miliardi di batteri buoni che abitano il nostro intestino e dai quali dipende una buona fetta del nostro benessere generale”. Inoltre lo yogurt mantiene tutte le sostanze nutritive del latte come proteine, vitamine e minerali. Tra questi vi sono senz'altro il calcio, fondamentale per la salute di ossa e denti, per la stimolazione del metabolismo cellulare e per la regolarizzazione della pressione sanguigna, e la vitamina B2, indispensabile per la produzione di anticorpi, lo sviluppo dei tessuti e il benessere di unghie e capelli.


 

La Dottoressa Debora Rasio sarà presente al congresso al Congresso 

Iscriviti ora: posti limitati!


 

 

Come va consumato lo yogurt?

Per ottenere migliori risultati dallo yogurt è consigliato consumarlo biologico e bianco, ciò significa senza coloranti alla frutta o al cioccolato, e senza zucchero. Bisognerebbe evitare il fruttosio che con il suo elevatissimo potere ossidante “glica” le proteine del latte creando un prodotto ossidato, nocivo per la salute. Anche se lo yogurt magro contiene più grassi, e quindi più calorie, ci fa venire meno fame e quindi mangiare di meno. Va sempre scelto intero soprattutto perché è solo nella frazione grassa che troviamo i preziosi nutrienti liposolubili (vitamina A, E, K, D e colina), responsabili della maggior parte del potenziale antiossidante del latte. Gli yogurt alla frutta con zucchero,  fruttosio,  sciroppo di glucosio stimolano la secrezione di insulina e alzano la glicemia. Cercate di mangiare lo yogurt almeno due volte a settimana e che sia intero, biologico e bianco!


D


Andrea Giulia Pollini
Classe 1994, laureata in Scienze della Comunicazione, si sta formando come social media manager e giornalista.Curiosa della vita, appassionata... Leggi la biografia
Classe 1994, laureata in Scienze della Comunicazione, si sta formando come social media manager e giornalista.Curiosa della vita, appassionata lettrice e scrittrice, eterna sognatrice e irremovibile positiva.Appassionata del suo lavoro, il suo sogno è quello di scrivere un romanzo. Leggi la biografia

46 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


La Fisica dell'Incredibile
Omaggio La Fisica dell'Incredibile

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere La Fisica dell'Incredibile