Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Alimentazione e Salute

Papaya: il frutto che purifica


Simone Soldani - 01/01/2016

La papaya è una piccola pianta di 5-10 m di altezza, originaria del Centro America e diffusa nelle regioni tropicali e subtropicali.
Il frutto è la papaya, che possiede una consistenza delicata e una forma arrotondata che può arrivare a pesare anche 9-10 kg.
I frutti di papaya a seconda della varietà possono essere di diversi colori: verdi, arancio, gialli, rosa.

  • Benefici della papaya

Dal punto di vista nutrizionale il frutto è un’ottima fonte di antiossidanti come il selenio, i flavonoidi, il carotene e la vitamina A. Essi esercitano una funzione protettiva nei confronti dei radicali liberi e da malattie legate alla degenerazione cellulare. Inoltre i flavonoidi hanno la capacità di regolare la permeabilità dei vasi sanguigni, funzione importante sia per il microcircolo che per la circolazione sanguigna in generale.

La papaya è ricca di minerali, in particolare di potassio, magnesio e calcio, estremamente utili per la prevenzione dell’osteoporosi e di enzimi, sostanze senza le quali la vita non sarebbe possibile, in quanto catalizzatori dei processi biologici che avvengono nell’organismo.

Il frutto possiede la capacità di purificare il nostro organismo in quanto partecipa all’eliminazione e smaltimento delle sostanze di scarto; la sua funzione di “spazzino” non termina qui, ma prosegue anche a livello intestinale.
La papaya possiede una elevata quantità di papaina, enzima digestivo che contribuisce alla scomposizione delle proteine agevolando la digestione. Non tutti sanno che il frutto acerbo contiene una quantità maggiore di papaina rispetto al frutto maturo.

La papaya contribuisce a mantenere nell’organismo l’equilibrio acido-base spesso compromesso e tendente verso l’iperacidità a causa di un’alimentazione povera di frutta e verdura, lo stress, il poco riposo, un’insufficiente attività fisica. Una delle conseguenze dell’iperacidità è un incremento della formazione di radicali liberi, che danneggiano le strutture cellulari. Le vitamine, i minerali e le sostanze vitali presenti negli alimenti non vengono utilizzate nel modo adeguato, e questo determina malessere.

  • Ricette con la papaya
  • Frullato di papaya

Sbucciare, eliminare i molti semini presenti all’interno, tagliarla a cubetti. Può essere preparata per colazione, frullandola con latte e aggiungendo un cucchiaino di zucchero.

  • La tartare di papaya

Il sapore particolarmente fresco della papaya la rende adatta a un abbinamento con un piatto di pesce, in una tartare di salmone è ottima.

  • Il sorbetto di papaya

Mettere a bollire 100 grammi di zucchero con 2,5 decilitri d’acqua, mescolare spesso. Quando il composto bolle spegnere e lasciare raffreddare. A parte frullare la polpa e aggiungere al composto. Trasferire tutto nel freezer, mescolando di tanto in tanto.


Simone Soldani
Simone Soldani si laurea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano in Scienze Motorie e dello Sport ed in Scienze e Tecniche delle... Leggi la biografia
Simone Soldani si laurea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano in Scienze Motorie e dello Sport ed in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, entrambe con lode.Successivamente diventa Insegnante di Educazione Fisica alle scuole elementari e poco dopo di Scienze Motorie e Sportive alle scuole medie,... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Che cos'è l'Energia?
Omaggio Che cos'è l'Energia?

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Che cos'è l'Energia?