Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Medicina Integrata

Segui la tua luce di guarigione

Medicina Integrata

Segui la tua luce di guarigione

Medicina Integrata

Segui la tua luce di guarigione

Affidiamoci all’intelligenza della nostra luce che ci guida, per vivere in uno stato di presenza.


Redazione - Scienza e Conoscenza - 23/08/2021

Isabella Monti  -  Responsabile della Collana libri Nuova Saggezza


 Alla ricerca della presenza

Personalmente, ho sempre associato il concetto di presenza alla ricerca spirituale e alla pratica delle discipline orientali, senza mai soffermarmi sull’importanza della luce, né tantomeno dei miei occhi.

Certo, tutti abbiamo sperimentato l’effetto benefico della luce sul nostro umore e sappiamo quanto sia importante per la nostra salute, ma gli studi del dott. Jacob Liberman – pioniere nel campo della luce, della visione e della coscienza – ci spalancano la porta su una nuova consapevolezza:

«Nonostante le credenze popolari, raggiungere lo stato di presenza non consiste nel pensare o nel cercare di essere nel qui e ora. Si tratta piuttosto di uno stato che si realizza spontaneamente e che si manifesta quando i nostri occhi e la nostra mente, stimolati dalla luce, si concentrano sullo stesso punto, nello stesso momento. In risposta all’invito e alla guida fornita dalla luce, i nostri occhi avviano una complessa danza, fatta di un’alternanza di momenti in cui fissare, focalizzare, tracciare e lavorare in squadra. Quando la luce ci “risveglia” i nostri occhi puntano verso la sua emanazione, dando avvio a una presenza globale. Sebbene spesso si ponga in relazione la presenza con l’attenzione, la presenza non si associa ad alcuna tensione. Essa non rappresenta un processo di selezione volontaria e forzata di un aspetto del nostro ambiente, su cui focalizzarsi ignorando tutti gli altri.

La presenza è una risposta involontaria a un invito dell’intelligenza della vita, che ci indirizza verso il nostro maggior potenziale. Il nostro grado di presenza è direttamente connesso alla capacità dei nostri occhi di puntare senza sforzo e con accuratezza.

Quando gli occhi puntano correttamente, stabilendo un contatto visivo con ciò che ha attirato la loro attenzione (e quindi riconoscendolo), sperimentiamo uno stato di congruenza. Si tratta di uno stato di unione delle parti, il perfetto allineamento fra la nostra realtà esterna e interna, dove si realizza un’attenuazione del rumore dal quale siamo circondati».

 

Nella sua lunga carriera di optometrista e di studioso della percezione visiva, il dott. Liberman ha avuto modo di constatare che la maggior parte dei pazienti con problemi di vista, mentre guardava un determinato punto con gli occhi, rivolgeva la mente altrove. L’incongruenza che si genera tra ciò che vedono gli occhi e ciò che vede la mente, non solo crea problemi nella visione, ma impedisce di essere in uno stato di presenza.

Come egli racconta: «In uno dei miei studi, pubblicato nel 1976, ho rilevato che il 70 per cento dei soggetti non stava guardando dove pensava di guardare e che ciò indicava che i loro occhi e la loro mente non convergevano sullo stesso punto. Inoltre, più della metà dei soggetti si sforzava troppo di guardare, rivelando una tendenza a forzare, anziché permettere alle cose di dispiegarsi davanti al proprio sguardo. Inoltre, ho osservato che più i miei pazienti si concentravano per vedere capire qualcosa, più trattenevano il respiro, e meno vedevano. Tuttavia, quando riprendevano a respirare normalmente, si rilassavano e sia la loro vista sia la loro capacità di apprendimento miglioravano notevolmente.

Questo spiega perché lo stato di presenza sia così raro. Quando i nostri occhi fisici (che raccolgono l’80-90 per cento delle nostre esperienze di vita) non sono in linea con il nostro “occhio mentale”, è impossibile vivere in stato di presenza o di unità.

Scoprendo cosa significa vedere e, cosa più importante, chi è in realtà a vedere, ho capito che l’allenamento visivo può fare molto più che limitarsi a migliorare la vista e la performance visiva: può infatti ristabilire la nostra congruenza e coerenza con la sorgente stessa della vita. Può aiutarci a scoprire la vera origine della nostra visione e la facile guida che fornisce, consentendo di unirci al flusso della vita e di sperimentare il nostro potenziale più elevato.

Questo stato di fluidità è stupendamente espresso dal pensiero di Zhuangzi, filosofo cinese vissuto nel IV secolo:

Il bambino guarda le cose ogni giorno senza batter ciglio, e questo perché i suoi occhi non sono focalizzati su alcun oggetto in particolare.

Va senza sapere dove sta andando,
e si ferma senza sapere cosa sta facendo. Si immerge nell’ambiente e fluisce con esso.

Questi sono i principi della salute mentale.


CONTINUA LA LETTURA DI QUESTO ARTICOLO SU SCIENZA E CONOSCENZA N.77 E SCOPRIRAI:

  • L'antica saggezza e la visione binaria
  • La luce: la nostra guida più importante
  • Ipotalamo, pineale e terzo occhio
  • La luce un potere che guida ogni nostra cellula


JACOB ISRAEL LIBERMAN

È un pioniere nei settori della luce, della visione e della coscienza. Ha conseguito il dottorato in optometria presso il Southern College of Optometry e il PhD in Scienza della visione presso il College of Syntonic Op-tometry. È stato insignito di un dottorato onorario in scienze dalla Open International University for Complementary Medicines.
Ha ricoperto l’incarico di presidente del College of Syntonic Optometry e della International Society for the Study of Subtle Energies and Energy Medicine; inoltre è un socio emerito dell’American Academy of Optometry, del College of Syntonic Optometry, del College of Optometrists in Vision Development e dell’International Academy of Color Sciences.
Ha ricevuto il Premio H. R. Spitler per il suo contributo al settore della fototerapia e ha inventato numerose apparecchiature per la fototerapia, inclusa la prima apparecchiatura medica approvata dalla FDA per migliorare significativamente la performance visiva generale.
È uno stimato oratore e condivide le sue scoperte scientifiche e spirituali con il pubblico globale.
Vive a Maui, Hawaii, USA.


LETTURE CONSIGLIATE

[PRODOTTO_PH_11830]


Redazione - Scienza e Conoscenza
La redazione di Scienza e Conoscenza è composta da giornalisti e responsabili di collana che collaborano con autori e ricercatori esperti nei... Leggi la biografia
La redazione di Scienza e Conoscenza è composta da giornalisti e responsabili di collana che collaborano con autori e ricercatori esperti nei campi della Medicina Integrata, della Consapevolezza e della Fisica Quantistica.    Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Abc della Salute Naturale
Omaggio Abc della Salute Naturale

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Abc della Salute Naturale