Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Medicina Integrata

Diabete di tipo 2: diagnosi, prevenzione e cura

43 condivisioni


Redazione Scienza e Conoscenza - 01/01/2016

Intervista di S&C al dottor Sergio Stagnaro sul diabete di tipo 2, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica.

Nel corrente numero di TREATMENT STRATEGIES - DIABETES, Ed. Cambridge Research Center,  è pubblicato un articolo suo e dei suoi Collaboratori,in cui si parla anche dei  Cinque Stadi del Diabete Mellito tipo 2, da lei scoperti (Simone Caramel, Marco Marchionni  and Sergio Stagnaro (2014). The Glycocalyx Bedside Evaluation Plays A Central  Role in Diagnosing Type 2 Diabetes Mellitus and in its Primary Prevention. Treatment Strategies - Diagnosing Diabetes, Cambridge Research Centre, Volume 6 Issue 1, Pg 41-43. http://viewer.zmags.com/publication/0aafcae9#/0aafcae9/1).

Può illustrare brevemente in cosa consiste la Semeiotica Biofisica Quantistica?
La Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ) è una estensione della semeiotica fisica, la disciplina medica che studia i sintomi e i segni  delle malattie utilizzando in modo originale il fonendoscopio. Il suo fondatore, cioè io che le sto parlando, ha rivalutato e perfezionato cinquantotto anni oro sono un antico metodo diagnostico, la percussione ascoltata di organi e visceri (es. stomaco, milza, fegato, reni, surreni), integrandolo con l'impiego diagnostico di numerosi riflessi, solo in parte già  noti (riflesso-diagnostica percusso-auscultatoria) indotti dalla stimolazione manuale degli organi-bersaglio da investigare (es. cuore, pancreas, polmoni), riuscendo così ad investigare le dinamiche non lineari dei sistemi biologici (che fisiologicamente sono di tipo caotico deterministico), e soprattutto quelle microvascolari, fino ad allora mai  studiate clinicamente, cioè al letto del malato usando un comune fonendoscopio. I valori dei parametri ottenuti con questo innovativo metodo (es. tempo di latenza, durata, intensità dei riflessi), osservati col  semplice fonendoscopio, offrono importanti informazioni, sia quantitative che qualitative,  sulle condizioni fisiche di un soggetto o sulle eventuali malattie in corso, ancorché al momento in fase silente ed asintomatica, e - fatto di notevole importanza per la prevenzione primaria - sulla relativa predisposizione genetica alle più gravi patologie degenerative come cancro, diabete mellito tipo 2, cardiopatie, sindrome di Alzheimer, Parkinson, SLA, ecc.

Quali novità ha apportato  la Semeiotica Biofisica Quantistica in campo diabetologico, per esempio nella diagnosi del diabete? Esiste anche per il DM un “terreno” - costituzione - che predispone allo sviluppo del DM?
In un recente nostro articolo pubblicato su Frontiers in Endocrinology ed indicizzato da PubMed per Medline (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3581808/) viene spiegato dettagliatamente quest'aspetto, ossia la diagnosi clinica (fatta con un fonendoscopio!), fisiopatologia e prevenzione primaria del reale rischio congenito di diabete mellito tipo 2, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica.
In breve, grazie all'originale metodo diagnostico SBQ, che ha il merito di aver portato a livello clinico eventi biologico-molecolari, siamo in grado di dividere fin dalla nascita una qualsiasi popolazione in soggetti con predisposizione al diabete, valutati in modo quantitativo, e soggetti senza questa predisposizione. Detto in poche parole, non siamo stati creati tutti uguali, altrimenti che senso avrebbe la Genetica Molecolare? Come esperienza dimostra, un individuo può essere o meno  positivo al "terreno" o costituzione diabetica.
Questo terreno ha una forte motivazione genetica, dipendente precisamente da una singolare citopatia  mitocondriale, prevalentemente  funzionale, da me scoperta alla fine degli anni Settanta, denominata Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica (ICAEM). L'ICAEM, che a sua volta è conseguenza di un'alterazione genetica del DNA mitocondriale, per analogia è come le radici e il tronco di un albero che si suddivide in vari rami, che rappresentano i terreni o le numerose costituzioni semeiotico-biofisiche (es. costituzione arteriosclerotica, diabetica, dislipidemica terreno oncologico, etc.).  

Cos'è la “Costituzione diabetica”?
La costituzione diabetica è la conditio sina qua non del DMT2, cioè il terreno sul quale potrebbe sorgere in futuro il diabete mellito tipo 2 in presenza di fattori ambientali di rischio: obesità, sedentarietà, fumo di tabacco, etc. È una potenzialità, una possibilità, perché non è detto che al 100% verrà questa malattia se esiste la sua costituzione, magari di lieve intensità. Ciò dipende da molti fattori, tra i quali i cosiddetti fattori di rischio ambientali ricordati sopra (obesità, alimentazione non appropriata, scorretto stile di vita, come una vita eccessivamente sedentaria, fumo, alcool, stress psico-fisico), i quali facilitano l'insorgenza della malattia, ma non ne sono le causa prima (sono semplicemente delle con-cause).
In assenza di costituzione diabetica, ossia della predisposizione genetica, non può esserci patologia diabetica indipendentemente dai fattori di rischio appena ricordati. In realtà, il termine predisposizione è inappropriato, perché fa pensare ad una vaga possibilità senza alcun riscontro biologico concreto. Non è così. La costituzione diabetica, come ogni altra costituzione, è generalmente presente e sottende un'alterazione genetica mitocondriale che ha già degli effetti biologici  osservabili bed-side fin dalla nascita, specie nel microcircolo, sia delle isole di Langherans, sia degli organi bersaglio dell'insulina,  dove in tal caso esistono già delle alterazioni funzionali e strutturali, riconosciute con la SBQ, che poi potrebbero evolvere nel tempo: Stagnaro Sergio. Biological System Functional Modification parallels Gene Mutation. www.Nature.com, March 13, 2008, http://blogs.nature.com/nm/spoonful/2008/03/gout_gene.html.
Le alterazioni biologiche sono dunque parallele a quelle genetiche, e in un processo degenerativo che può durare anni o decenni, la costituzione diabetica può unirsi ad esempio al reale rischio congenito di diabete mellito tipo 2, una fase ancora pre-clinica, pre-metabolica, non riscontrabile dagli attuali dispositivi diagnostici domiciliari e di laboratorio, ma un’anticamera veramente pericolosa della patologia diabetica, la cui storia naturale è stata da me riassunta in cinque stadi.
 
Sulla base di quanto lei ha detto, è possibile una guarigione completa dal diabete?
La Semeiotica Biofisica Quantistica si occupa principalmente di diagnosi e prevenzione primaria e pre-primaria (Manuel's Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html). Intendo dire che in genere non entra nel merito delle patologie in atto, per le quali si raccomanda vivamente di rivolgersi agli specialisti del caso.
È possibile, al contrario, evitare l'insorgenza del diabete mellito tipo 2 in soggetti ai quali sia stata diagnosticata la costituzione diabetica ed il reale rischio di diabete mellito tipo 2, primo stadio della patogenesi del DMT2, secondo Stagnaro, sia attuando una efficace prevenzione primaria con rimedi che rendano residuale il rischio (la cosiddetta green therapy), sia curando il terreno diabetico grazie a trattamenti che possano eliminare completamente ICAEM e costituzione diabetica, perché in grado di retroagire geneticamente sulla causa prima, ossia su n-DNA e mit-DNA alterati (la cosiddetta blue therapy, oggi nota come Terapia Quantistica: www.sisbq.org). Entrambe queste prevenzioni, per essere efficaci, devono essere iniziate, ovviamente, prima delle manifestazioni cliniche della patologia.

Trattamenti di tipo green therapy
sono ad esempio una dieta etimologicamente intesa (es. dieta mediterranea modificata ed esercizio fisico giornaliero, evitando il fumo di sigaretta), CoQ10, carnitina, melatonina-coniugata, tutti finalizzati a migliorare l'ossigenazione micotondriale ed a proteggere i tessuti riducendo l'acidosi tessutale e svolgendo una potente azioni di scavenger dei Radicali Liberi. In questo modo non si elimina il problema genetico, ma rendendo residuale il rischio si fa in modo che la patologia non insorga.
Nella classe di trattamenti di tipo blue therapy rientrano al momento una terapia quantistica con onde millimetriche personalizzate, ossia con frequenze estremamente alte che operano in modalità di bio-risonanza e body resonance recording (BRR),  una terapia idropinica a base di acqua sulfurea termale che sfrutta le proprietà del solfuro di idrogeno (H2S), radiazioni elettromagnetiche di numerose piante, ottime in assoluto NONI (Morinda Citrifolia). Infine ricordo numerosi istangioprotettori, tra cui Cell-Food, che da anni assumo regolarmente.

Può farci un esempio pratico di Semeiotica Biofisica Quantistica applicata al diabete?
In una Conferenza a Torino, il 7 Febbraio 2015, illustrerò la "Prevenzione Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica, Pre-Primaria e Primaria del Diabete Mellito tipo 2". Iniziamo dalla diagnosi. Il modo più semplice da comprendere e mettere in pratica è il Segno di Siniscalchi, che evoca la presenza  della costituzione diabetica, sfruttando il principio di  entanglement bio-quantistico (si chiama semeiotica biofisica quantistica per la scoperta della presenza dell'entanglement quantistico nei sistemi biologici, fatta da me nel 2007 con L'esperimento di Lory, pubblicato la prima volta in S&C). In breve, il medico pizzica "intensamente" il sesto dermatomero (al lato destro - o sinistro - della proiezione cutanea addominale  del pancreas) del paziente disteso, psico-fisicamente rilassato e con occhi aperti per ridurre al minimo la secrezione melatoninica, mentre con l'altra mano mette in atto la percussione-ascoltata dello stomaco.
Se "simultaneamente" a questa manovra compare il riflesso pacreatico-gastrico aspecifico (= lo stomaco si dilata più o meno intensamente in rapporto con la gravità della sottostante patologia), allora il Segno di Siniscalchi è positivo: il soggetto è colpito dalla costituzione diabetica.
In caso contrario, il riflesso non compare (effettivamente si ascolta dopo 24 secondi a causa della comparsa di una fisiologica acidosi tessutale dovuta a causa iatrogena, ossia alla manovra stessa posta in essere dal medico).
Naturalmente è necessario con numerose manovre SBQ saper accertare i Falsi-Negativi (www.sisbq.org).
Una volta diagnosticata la costituzione diabetica mediante numerosi altri segni, di cui il più recente è il Segno di Bocchiola, di raffinata bellezza, si sottopone il soggetto ad un trattamento di tipo blue therapy, monitorata col metodo SBQ  fino alla scompara totale della predisposizione al DMT2, che avviene dopo nove mesi di terapia quantistica. Infatti, il medico visiterà nuovamente il paziente, solo apparentemente sano, sottoposto alla terapia quantistica sopra menzionata,  nel corso del tempo, secondo l'insegnamento della Single Patient Based Medicine, fino a verificare la negatività del Segno di Siniscalchi: la costituzione diabetica è scomparsa quando non si osserva più il riflesso gastrico aspecifico simultaneo!
 
Fonti
Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. (2004). Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory: Roma
Stagnaro S., Stagnaro-Neri M. (2004). Le Costituzioni Semeiotico- Biofisiche. Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Roma: Travel Factory.
Stanaro S, Caramel S (2013) Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Front. Endocrinol. 4:17. doi: 10.3389/fendo.2013.0001 [Medline].
Stagnaro S. (2002). Diet and risk of type 2 diabetes. N. Engl. J. Med. 346, 297–298. [Medline].
Stagnaro S., Caramel S. (2013). The role of modified mediterranean diet and quantum therapy in type 2 diabetes mellitus primary prevention. JPNAS 3, 59–70.
Sergio Stagnaro. Siniscalchi's Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.html;  www.sciphu.com; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf
Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. L’Esperimento di Lory. Scienza e Conoscenza, N° 23, 13 Marzo 2008. http://www.scienzaeconoscenza.it//articolo.php?id=17775

Se ti interessano maggiori informazioni sul DIABETE ti invitiamo a leggere lo Speciale n. 4 di Scienza e Conoscenza:
DAL DIABETE PUOI GUARIRE (senza farmaci)


Redazione Scienza e Conoscenza
Team di redazione della Rivista Scienza e Conoscenza, la rivista ufficiale del Gruppo Editoriale Macro. Trimestrale di medicina integrata, medicina... Leggi la biografia
Team di redazione della Rivista Scienza e Conoscenza, la rivista ufficiale del Gruppo Editoriale Macro. Trimestrale di medicina integrata, medicina non convenzionale, scienza indipendente, coscienza e consapevolezza. La redazione si avvale di un comitato scientifico di medici, ricercatori, scienziati e giornalisti che collaborano in modo... Leggi la biografia

43 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



L'argento Colloidale
Omaggio L'argento Colloidale

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere L'argento Colloidale