Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Consapevolezza

Allattare al seno: benefici per il bambino e anche per la mamma!

Consapevolezza

Allattare al seno: benefici per il bambino e anche per la mamma!

Consapevolezza

Allattare al seno: benefici per il bambino e anche per la mamma!


Margherita Russo - 01/01/2016

 

Le linee guida nazionali e internazionali sulla nutrizione dei neonati incoraggiano l’allattamento esclusivo al seno nei primi sei mesi di vita e il proseguimento dell’allattamento materno anche dopo l’introduzione dei cibi solidi, almeno per tutto il primo anno di vita, ma anche oltre, se mamma e bambino lo desiderano.


Si insiste sui tanti benefici che il latte materno può comportare per la salute del bambino: è facilmente digeribile; si associa a un rischio minore di morbilità per obesità; rappresenta un fattore protettivo contro le infezioni gastrointestinali, urinarie e respiratorie; rafforza il legame affettivo tra neonato e mamma…


Allattare al seno, dunque, è di grande beneficio per il bambino, ma non solo. Le mamme che allattano guadagnano tanti benefici anche per se stesse.



Allattare al seno: i benefici per la mamma

  • L’allattamento materno aiuta la donna a tornare in forma più in fretta. Allattare richiede un dispendio energetico aggiuntivo compreso tra le 350 e le 500 calorie al giorno. Va da sé che, allattando il proprio neonato e seguendo un’alimentazione bilanciata, la neomamma ritroverà più facilmente il proprio peso forma dopo la gravidanza.
  • È un fattore protettivo contro il tumore al seno. Secondo diversi studi scientifici, l’allattamento prolungato può rappresentare un fattore protettivo contro il tumore al seno. Il beneficio sarebbe direttamente proporzionale alla durata dell’allattamento; cioè più a lungo si allatta, più figli si allattano, maggiore sarà la protezione. Allattando, infatti, si consente alla cellula mammaria di completare la propria maturazione, rendendola più resistente ad eventuali trasformazioni neoplastiche.
  • Riduce il rischio cardiovascolare nelle donne dopo la menopausa. Secondo uno studio pubblicato nel 2009 sulla rivista Obstetrics & Gynecology e condotto su un campione di circa 140.000 donne in menopausa, che avevano partorito almeno un figlio, le mamme che avevano allattato al seno per oltre un anno, avevano un rischio ridotto del 10-15% di sviluppare fattori di rischio cardiovascolare (diabete, colesterolo e ipertensione). Anche le donne che avevano allattato da 7 a 12 mesi presentavano un rischio ridotto, seppure in percentuale minore, rispetto a quello che non avevano allattato o lo avevano fatto per un periodo inferiore a 6 mesi.
  • Gratifica da un punto di vista affettivo ed emotivo perché aiuta a rafforzare il legame con il proprio neonato.
  • In ultimo, da un punto di vista prettamente pratico, consente alla mamma di spostarsi tranquillamente con il proprio neonato senza doversi portare dietro biberon, sterilizzatore, acqua, latte formulato eccetera… perché il latte materno è già alla giusta temperatura e perfettamente sterile e può essere offerto ovunque e in qualsiasi momento. 

 

Articolo pubblicato per gentile concessione: Cure-Naturali.it il portale di riferimento su salute, cure e rimedi naturali

 


Margherita Russo
Laureata in lingue e letterature straniere e specializzata nella produzione di contenuti di Medicina. È traduttrice, redattrice e Content Manager... Leggi la biografia
Laureata in lingue e letterature straniere e specializzata nella produzione di contenuti di Medicina. È traduttrice, redattrice e Content Manager per il web, per l’editoria tradizionale e per le aziende. Testimedici.com è il suo sito professionale. Apprendista mamma è il suo blog.  Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


La Fisica dell'Incredibile
Omaggio La Fisica dell'Incredibile

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere La Fisica dell'Incredibile