Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Alimentazione e Salute

Nutri la tua salute: quanta prevenzione possiamo fare a tavola?

Alimentazione e Salute

Nutri la tua salute: quanta prevenzione possiamo fare a tavola?

Alimentazione e Salute

Nutri la tua salute: quanta prevenzione possiamo fare a tavola?

Qual è il ruolo preventivo giocato dall'alimentazione? Su quali nutrienti e quindi su quali categorie di alimenti possiamo basare la nostra dieta quotidiana per trarne il massimo beneficio in termini di salute?


Sabina Bietolini - 21/05/2019

Sono biologa nutrizionista e dottore di ricerca in Scienze della Salute, con circa 10 anni alle spalle di ricerca universitaria.

L’approccio nutrizionale che propongo è raccontato dal mio progetto NutrirelaSaluteÔ (www.nutrirelasalute.com) e si basa sulle evidenze emerse dalla ricerca scientifica internazionale riguardo alle proprietà salutari degli alimenti e alla loro capacità preventiva verso numerose patologie.

Il ruolo protettivo e preventivo del cibo è da associarsi ad alimenti di origine vegetale, in quanto ricchi di preziose vitamine antiossidanti, elevato quantitativo di fibre, ma anche acidi grassi insaturi in alcune categorie di alimenti e soprattutto sostanze denominate fitochimici, che le piante producono per loro stessa difesa e che, pur non essendo utilizzate dal nostro corpo come nutrienti, vi svolgono numerose attività biologiche quali quella antiossidante, depurativa, antinfiammatoria ed antitumorale.



Alimenti vegetali: perché sono così importanti?

I fitochimici sono una conoscenza recente del mondo scientifico, rientrando tra gli argomenti studiati dalla giovanissima disciplina denominata nutrigenomica e forniscono la risposta, a livello molecolare e di espressione genica, di molta parte del successo della dieta a base vegetale. La ricerca scientifica riconosce infatti un ruolo protettivo a numerosi alimenti quali melagrana, frutti di bosco, cavolo, broccolo, verza, soia, orzo, aglio, cipolle, uva, olive, carote, pomodori, legumi in genere, noci, lino, insomma numerosi frutti, ortaggi, verdure di ogni genere, cereali integrali, ma anche legumi. È stato poi dimostrato che alimenti ricchi di fibre sono in grado di riequilibrare il microbiota migliorando i livelli glicemici, la sensibilità insulinica e i marker dell’infiammazione, nonché favorendo modifiche positive nella composizione del microbiota.

Ciò si è rivelato di primaria importanza per garantire la salute del nostro intestino e di conseguenza del microbiota che ospita e del sistema immunitario che è locato, nell’adulto, per circa il 65% proprio a livello intestinale. Analogamente, ciò fornisce vantaggi anche in condizioni fisiologiche particolari come la gravidanza e l’allattamento, sia alla mamma che al bimbo, oltre a garantire un’opportunità di prevenzione verso le più comuni problematiche di salute, quali allergie, malattie metaboliche, cardiovascolari, oncologiche e neurodegenerative.

Offrire a noi stessi e ai nostri figli fonti di proteine, calcio, ferro, iodio, vitamine, grassi ed energia attraverso alimenti vegetali, significa poter acquisire una marcia in più rispetto ai coetanei, per affrontare il futuro con maggior forza e soprattutto con una sana abitudine, possibilmente appresa nell’infanzia perchè con piacere ed affetto da adulti verrà mantenuta, avendone ricevuto insegnamento in regalo dai propri genitori sin dalla più tenera età.


L'alimentazione preventiva

Un approccio basato sull’alimentazione preventiva, che ho registrato con il nome PrEVegÒ (Preventiva a Esclusiva base Vegetale) è il punto di forza della mia attività, rivolta a tutti, onnivori, vegetariani e vegan, affinché tutti possano usufruire dei benefici di un’alimentazione equilibrata, in qualsiasi fase della vita, preconcepimento, gravidanza, allattamento, svezzamento fisiologico, età scolare, adolescenza, menopausa, senescenza, e in qualsiasi condizione patologica.

Curarsi dell’alimentazione per Nutrire La propria Salute e quella dei propri figli, uscendo dagli schemi, è un gesto di grande amore e responsabilità, dato che l’alimentazione occidentale costituisce uno dei più importanti fattori di rischio per malattie cardiocircolatorie e tumorali in considerazione degli elevati consumi di sale, carboidrati, zuccheri, grassi saturi ed idrogenati, proteine animali, affiancati dalla immancabile scarsità di fibre, carenza di verdura e frutta, nonché di fitochimici protettivi.

 


Sabina Bietolini
Biologa nutrizionista, PhD Scienze della Salute. Formazione universitaria di terzo livello (PhD) all’Università La Sapienza di Roma e ricerca... Leggi la biografia
Biologa nutrizionista, PhD Scienze della Salute. Formazione universitaria di terzo livello (PhD) all’Università La Sapienza di Roma e ricerca scientifica in Italia e all’estero. Approfondisce le proprie competenze in nutrizione attraverso una laurea specialistica ed una scuola di perfezionamento in Medicina Sistemica. È cofondatrice e... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


Libro in formato e-book:
Omaggio Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"