Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Nuova Biologia

Quali interessanti scoperte ci ha lasciato John Snow?


Sara Raggini - 01/01/2016

Sono sicura che ognuno di voi ha sentito pronunciare questo nome almeno una volta. Ciò è dovuto alla popolarità della serie televisiva Game of Thrones, che ha spopolato ormai in tutto il mondo. Oggi non parleremo di questo personaggio ma del suo omonimo: un medico che si è contraddistinto nel XIX secolo per le sue importanti scoperte nel campo dell’anestesia e dell’epidemiologia.


Le scoperte di Snow nel campo dell’anestesia


La notorietà di John Snow nel XIX secolo è determinata dai suoi studi legati all’anestesia: nel 1846 William Thomas Green Morton aveva svolto un intervento chirurgico utilizzando come metodo anestetico l’etere.
Snow apporta a questo sistema numerosi miglioramenti determinando le relazioni fondamentali che intercorrono fra il dosaggio del narcotico, la concentrazione del principio attivo nel sangue e i sintomi della sua efficacia. Snow era così diventato l'autorità più importante nel campo dell’anestesia nel Regno Unito: a lui si affidò la regina Vittoria, per la somministrazione del cloroformio in occasione della nascita del principe Leopoldo nel 1853.


Le scoperte di Snow nel campo dell’epidemiologia


Se gli studi di Snow sull’epidemiologia e in particolare sulla diffusione del colera non vennero compresi al suo tempo, oggi sono considerati il suo contributo più importante alla medicina.
La teoria vigente che descriveva la diffusione del colera era chiamata teoria miasmatica. Secondo questa teoria la decomposizione di materiale organico generava effluvi dannosi, i cosiddetti miasmi. Questi, una volta inalati, portavano ad alcune malattie come appunto il colera.
Snow mette in discussione questa teoria, ipotizzando che fosse l’acqua a determinare la diffusione del colera. La conferma arriva durante l’epidemia che si sviluppa a Londra nel 1854: costruendo una mappa del verificarsi dei casi di colera, Snow si accorge che questi si concentravano maggiormente intorno ad una pompa di acqua su Board Street. Bloccando il funzionamento della pompa, riesce a bloccare anche la diffusione della malattia.
Le tesi di Snow, raccolte nell’opera On the Mode of Communication of Cholera vennero fortemente criticate e soltanto alla fine dell’Ottocento si iniziò a rivalutare il suo contributo all’epidemiologia.



Quello che non sapete su John Snow

 

  • Jhon Snow era vegetariano
  • I suoi studi sul colera spiegarono inconsapevolmente perché ebrei e birrai erano meno colpiti dal colera: i primi perché si lavavano le mani più frequentemente rispetto agli altri, i secondi perché bevevano maggiormente birra, favorendo un processo di pastorizzazione
  • A Londra, sono a lui dedicati un monumento e un pub, fatto strano considerando che non beveva alcolici!

 

 


 

Seguici anche su

facebookGoogle Plus

twitter

 


 


Sara Raggini
Laureata in Economia e Gestione Aziendale presso l’Università di Bologna, lavora attualmente presso Gruppo Editoriale Macro. Sin dal percorso... Leggi la biografia
Laureata in Economia e Gestione Aziendale presso l’Università di Bologna, lavora attualmente presso Gruppo Editoriale Macro. Sin dal percorso universitario si interessa all’alimentazione sana, scegliendo di sviluppare la tesi sperimentale in Marketing dei prodotti agroalimentari. L’interesse per l’alimentazione e il benessere si associa... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


Libro in formato e-book:
Omaggio Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Libro in formato e-book: "Spiritual Mind"