Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Consapevolezza

La Vitamina C che allunga la vita


Stefano Pravato - 01/01/2016

Nel 1961 Hayflick e Moorhead scoprirono che le cellule umane derivate da tessuti embrionali potevano dividersi in vitro solo per un numero finito di volte1. Nel 2004 lo stesso Hayflick pubblicò un articolo in cui perentoriamente esordiva dicendo che "non c'è nessun intervento che possa rallentare, arrestare o invertire il processo di invecchiamento negli esseri umani"2. Si tratta in sostanza di una conseguenza del secondo principio della termodinamica. Semplificando: tutti i fenomeni spontanei fanno aumentare l’entropia.

Ma naturalmente, gli esseri umani non sono identici tra di loro e l'invecchiamento di un organismo non coincide con l'invecchiamento di ciascuna delle biomolecole transitoriamente costituenti l'organismo. Gli interventi anti-invecchiamento non comportano, quindi, la violazione di nessuna legge fisica, perché mirano semplicemente a rallentare la velocità con cui queste biomolecole vengono danneggiate e ad aumentarne la velocità di riparazione e sostituzione.
Ma allora, ha senso fare qualcosa per allungare la durata della vita umana oppure no? Alcuni scienziati vorrebbero che si attendesse la terapia genica, ma potreste morire nell'attesa, infatti la terapia genica non è ancora in grado di curare nessuna malattia. Già nel 1990, però, la ricerca genetica stessa indicava le sostanze antiossidanti come un valido strumento anti-invecchiamento. Thomas Johnson, in una sua famosa ricerca, dimostrò che l'aspettativa di vita del verme C.elegans può essere raddoppiata amplificandone le capacità antiossidanti. Il primo mutante di questo tipo aveva "una speranza di vita (life expectancy) aumentata del 65%, una durata massima della vita aumentata del 105% e un tasso di mortalità tre volte inferiore"3.

Aspettativa di vita e integratori

Ma, di nuovo, mentre i ricercatori conducono i loro studi sugli antiossidanti dei vermi nematodi, noi cosa possiamo fare di concreto? Un’indicazione proviene da una ricerca che ha confermato l'esistenza di un importante collegamento tra l'aspettativa di vita e l'utilizzo di integratori. Il numero di Giugno 2009 dell'American Journal of Clinical Nutrition riporta l’evidenza che gli integratori multivitaminici possono allungare la vita perché rallentano la velocità di accorciamento dei telomeri4. Lo studio Sisters Study ha analizzato i dati di 586 donne, tutte sorelle di donne con cancro al seno, raccogliendo campioni di sangue per analizzare il DNA e informazioni sull'uso di integratori durante 12 anni. Come ha spiegato uno dei ricercatori, Dr. Chen, lo studio ha svelato come "l'uso di multivitaminici sia associato a una maggior lunghezza dei telomeri dei leucociti".

I telomeri sono piccole porzioni di DNA poste sulla parte terminale dei cromosomi e si accorciano a ogni divisione cellulare. Si ritiene che questo processo ponga un limite al numero delle divisioni possibili – chiamato proprio limite di Hayflick – e di conseguenza alla durata massima della vita5. Lo studio Sisters Study ha mostrato che le donne che prendevano integratori avevano telomeri mediamente più lunghi del 5,1 per cento. Questa lunghezza maggiore corrisponde a quasi 10 anni di ulteriori suddivisioni cellulari possibili. Anche se non è la prova definitiva, questo studio suggerisce fortemente come l'impiego di integratori multivitaminici aumenti l'aspettativa di vita. 

Questa ricerca pur non elencando le singole sostanze maggiormente benefiche, avvalora l’ipotesi che le sostanze col maggior potere antiossidante presenti negli integratori abbiano un effetto di rilievo. In realtà, per chi vuole restare giovane, basta cercare sullo scaffale delle vitamine per trovare un candidato anti-invecchiamento con buona reputazione e ottime referenze: la vitamina C. I ricercatori devono guadagnarsi la pagnotta con la loro attività di ricerca e quindi è prevedibile che ritarderanno qualsiasi conclusione in merito a tempo indeterminato. Nel frattempo la vitamina C è la sostanza anti-invecchiamento che l'umanità può iniziare a usare da subito. La storia non è nuova, ma solamente poco divulgata.... 

CONTINUA LA LETTURA su Scienza e Conoscenza n. 46!

 

 Nell'articolo integrale troverai: 

  • Integratori e Dieta: un protocollo di prevenzione
  • Gli esseri umani hanno la capacità di vivere a lungo
  • L'integrazione con Vitamina C: perchè funziona
  • Bibliografia
  • Consigli di lettura

 


Stefano Pravato
Nato a Pianiga nel 1960. Laureato in Fisica a Padova, lavora occupandosi di ingegneria del software. Appassionato di PNL e di biofisica, traduttore... Leggi la biografia
Nato a Pianiga nel 1960. Laureato in Fisica a Padova, lavora occupandosi di ingegneria del software. Appassionato di PNL e di biofisica, traduttore di libri sui temi di sua competenza e interesse, traduce anche articoli per il sito disinformazione.it, privilegiando la medicina ortomolecolare e in particolare la vitamina C e D. È sostenitore... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Potrebbero interessarti


L'argento Colloidale, potente rimedio naturale
Omaggio L'argento Colloidale, potente rimedio naturale

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere L'argento Colloidale, potente rimedio naturale