Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Blog / Consapevolezza e Spiritualità

Sesso e morte: qual è la loro reale importanza?

Consapevolezza e Spiritualità

Sesso e morte: qual è la loro reale importanza?

Consapevolezza e Spiritualità

Sesso e morte: qual è la loro reale importanza?
2 condivisioni


Antonio Bertoli - 01/01/2016

 

 

Estratto dal libro "Le vere origini della malattia" di Antonio Bertoli 

Eros e Thanatos

Dal punto di vista biologico e della legge primaria della conservazione della specie, il sesso e la morte costituiscono gli elementi e gli eventi più importanti

 

La ragione di questa significatività prioritaria è evidente: entrambi possono alterare, interrompere, facilitare o far inceppare il meccanismo virtuoso della vita.

 

Quando si parla di sesso, quindi, non si intende solo la modalità riproduttiva, ma anche la tipizzazione secondo cui si instaura la vita, il maschile e il femminile, le due entità archetipiche primarie che la fondano. 

 

Anche quando si parla di morte non s’intende solo l’estinzione materiale della vita, ma la sparizione, l’abbandono, la scomparsa (psichica o materiale) della vita, vale a dire della tipizzazione secondo cui essa si instaura: il maschile e il femminile, ancora, i due archetipi primari di riferimento. 

 

Psico-Bio-Genealogia - Le Vere Origini della Malattia Voto medio su 12 recensioni: Buono

La vita è il dialogo: la relazione tra maschile e femminile

Ciò che più incide su questo dialogo e su questa relazione – e che dunque è più rilevante in assoluto per la vita, per la conservazione, la riproduzione e l’evoluzione della specie – è ciò che determina o può determinare un’alterazione di questi due principi basilari e della loro relazione. 

Il dialogo vitale tra i due opposti ma integrati poli del maschile e del femminile, sul piano biologico, è il sesso, la relazione ormonale, che l’evoluzione ha dotato anche di ulteriori e complessi meccanismi di attrazione (e separazione) reciproci, altrettanto funzionali in ordine ai suoi scopi primari (la conservazione, riproduzione ed evoluzione della specie). […]

Se il sesso rappresenta il principale fattore di attrazione, con tutti gli aspetti ormonali, di coscienza e di cicli biologici che vi sono correlati, la morte rappresenta l’altro principale elemento del dialogo tra maschile e femminile. 

 

La morte, se da una parte rappresenta la scomparsa della vita e dunque un inceppamento del suo meccanismo creativo virtuoso, dall’altra parte è anche il fondamento di nuove possibilità: la relazione con un altro uomo o con un’altra donna, ad esempio, dei nuovi figli, delle nuove evoluzioni. Essa rappresenta però, al contempo, lo stop definitivo a un percorso che era evidentemente diventato impraticabile, non più funzionale, probabilmente degenerativo. 

Laddove il dialogo tra maschile e femminile diventa impraticabile, infatti, diventa impraticabile anche la vita stessa: la morte interviene quindi come unica soluzione “vitale”, e solo dopo aver già sperimentato tutte le soluzioni fornite dall’unico altro principio vitale esistente oltre ad essa, il sesso.

 

Sesso e morte arrivano così a rappresentare i due fattori evolutivi essenziali che incidono sui due elementi primari della vita, il maschile e il femminile.[…] 

 

Maschile e femminile, uomo e donna, Eros e Thanatos: la vita parla sempre di opposti che – pur restando separati – diventano un’unità all’insegna di un processo, di una serie complessiva che li comprende entrambi e che entrambi rispecchiano sempre. 

 


 


 

Seguici anche su

facebookGoogle Plus

twitter

 


 

 


Antonio Bertoli
Antonio Bertoli, poeta e scrittore, uomo di teatro e performer, si occupa da sempre di poesia e di arte e della loro interazione con la società,... Leggi la biografia
Antonio Bertoli, poeta e scrittore, uomo di teatro e performer, si occupa da sempre di poesia e di arte e della loro interazione con la società, la conoscenza, la psicologia del profondo e la guarigione.Dopo Gurdjieff e la scuola di autoconoscenza di Silo, incrocia la psicanalisi, si laurea sulle avanguardie storiche del Novecento, dirige... Leggi la biografia

2 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Potrebbero interessarti


La Fisica dell'Incredibile
Omaggio La Fisica dell'Incredibile

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere La Fisica dell'Incredibile