Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra

Come viene diagnosticato il cancro alla prostata? Ce lo spiega il professor Ablin, scopritore dell’Antigene Prostatico Specifico

Scritto da: Marcello Pamio | Critica al sistema sanitario

Come viene diagnosticato il cancro alla prostata? Ce lo spiega il professor Ablin, scopritore dell’Antigene Prostatico Specifico

Ogni anno 30 milioni di uomini americani si sottopongono di routine allo screening con il PSA per il cancro alla prostata, di questi oltre 1 milione si sottopone a dolorose biopsie e 100 mila subiscono prostatectomie radicali con effetti devastanti come incontinenza, impotenza e trauma psicologico.

La cosa sconvolgente non sono questi dati, ma sapere che la maggior parte di queste biopsie non sarebbe assolutamente necessaria e le persone non sarebbero mai morte per il cancro alla prostata.

Con questo articolo inizia una rubrica dedicata ad una corretta e ampliata informazione su benessere e salute a trecentosessanta gradi.


 

Leggi anche


 

In questo numero mi occuperò della scioccante storia di come l’uso improprio di un test per il cancro alla prostata abbia rovinato (e lo stia facendo tuttora) la vita di decine di milioni di uomini, con un impatto economico di milioni di dollari anche sul sistema sanitario.

Ma andiamo per ordine…

Prostata

La prostata è una piccolissima ghiandola della grandezza di una noce del peso di 30 grammi e la natura l’ha situata, non a caso, in zona nascosta agli occhi del medico, dietro il perineo tra la vescica e il pene, appoggiata all’intestino retto.

La sua funzione principale è secernere un fluido alcalino che costituisce una parte importante del liquido seminale contenente gli spermatozoi.

Quando un uomo urina, la vescica si contrae forzando l’urina attraverso la prostata e fuori dall’uretra attraverso il pene. Con l’età la prostata si ingrossa, comprimendo l’uretra e causando vari gradi di ritenzione urinaria.

Quello che circonda la prostata è una fitta rete costituita da tessuti densi, vasi sanguigni e dal plesso prostatico, un fascio di nervi che ricopre la ghiandola. Queste delicatissime fibre nervose, chiamate nervi cavernosi, si prolungano dai neuroni e sono fondamentali per la salute sessuale dell’uomo.

Come non si può separare la salute sessuale dalla salute complessiva dell’uomo, non si può toccare la ghiandola senza creare danni su più livelli. Una volta rimossa la prostata, l’uomo soffrirà di una serie di cambiamenti psicologici e fisici molto complessi e delicati.


 

Cosa troverai nell'articolo?

  • Che cos’è l’Antigene Prostatico Specifico (PSA)

  • Il test del PSA

  • Falsi positivi 

  • Il cancro della prostata

  • Biopsia prostatica

  • La fabbrica dei malati


 

Continua la lettura su Scienza e Conoscenza 60



Potrebbero interessarti