Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra
Home / Eventi / III MEETING NAZIONALE SIMeB SOCIETà ITALIANA di MEDICINA BIOINTEGRATA

III MEETING NAZIONALE SIMeB SOCIETà ITALIANA di MEDICINA BIOINTEGRATA

III MEETING NAZIONALE SIMeB SOCIETà ITALIANA di MEDICINA BIOINTEGRATA

28–29 MARZO 2020

Rimini - Hotel Ambasciatori

Quando 28–29 MARZO 2020

Dove Rimini - Hotel Ambasciatori

Nella clinica come nella vita, bisogna avere un preconcetto,
uno solo, ma inalienabile: il preconcetto che tutto ciò che si
afferma e che par vero può essere falso.
Augusto Murri medico clinico italiano 1841 – 1932


Questa frase di Augusto Murri, illustre clinico italiano, che può sembrare datata ed anacronistica, ha un’attualità incredibile e può rappresentare un monito ed un viatico per il medico moderno.
L’importanza della tecnologia, degli esami strumentali ed ematochimici in medicina è sempre più rilevante; ciò comporta sicuramente dei vantaggi, ma in alcuni ambiti, pur arrecando notevole progresso, può assumere dei risvolti negativi.
Il problema non è legato tanto all’innovazione in sé, quanto al valore ed al significato che assume; è più una questione di metodo, dunque, che non di sostanza.
Nella Clinica questa contraddizione raggiunge maggiore rilievo. La medicina è un’arte e la Clinica ne rappresenta la sua massima espressione. La Clinica è il contesto in cui il medico – artista trova maggiore possibilità di realizzare la sua opera.
Lo Scientismo imperante, l’obbligo dell’evidenza e dei protocolli da essa derivanti, rendono queste posizioni anacronistiche e finanche pericolose, per cui il medico non è un artista, bensì un paladino della scienza asservito ai suoi dogmi ed alle sue leggi ferree da cui non può prescindere, deve attenersi a ciò che conosce in quanto misurabile e rifuggire da tutto ciò che non può essere oggettivamente evidenziato.
Ecco allora che la tecnologia entra nella Clinica e la fa da padrona, s’impone ad essa invece di esserne al suo servizio. Il medico perde il valore della semeiotica, quello del sapere che nasce dall’esperienza, abiura il famoso occhio clinico e si sottomette ad una moltitudine di dati ed esami.
Di fronte a tale condizione, Murri, ma anche Cardarelli, Frugoni, Puddu, Valdoni e tutti gli illustri clinici italiani di un tempo sarebbero inorriditi.
La Medicina Biointegrata, ponendo al centro il paziente e la sua identità costituzionale, integrando le varie forme mediche in una metodologia che esalta l’aspetto clinico, senza rinunciare alle evidenze quali punto di riferimento, valorizzando i dati scientifici al servizio del medico, vuole restituire dignità e valore alla vera CLINICA. Questa posizione è innovativa rispetto agli orientamenti oggi prevalenti, che poco hanno a che vedere con l’arte medica.
CLINICAL INNOVATION dunque, quale tema e nuovo format su cui confrontarsi al terzo Meeting SIMeB.


Modalità di Iscrizione

La scheda allegata al presente programma o scaricabile dal sito

www.medicinabiointegrata.it, debitamente compilata può essere inviata

• tramite fax al n. 0874.870979

• tramite posta elettronica a congresso@medicinabiointegrata.it

• tramite posta ordinaria al seguente indirizzo:

Domus Service srl

Via Macchie Fonte Putto

86091 Bagnoli del Trigno (IS)

La quota di iscrizione comprende:

• partecipazione ai lavori

• kit congressuale

• crediti ECM per gli aventi diritto (se opzionati)

• attestato di partecipazione

• coffee break

• lunch

Il versamento dovrà essere effettuato entro il 20/03/2020 a mezzo assegno

bancario “non trasferibile” o bonifico bancario, così come descritto nella scheda di

iscrizione; la relativa ricevuta dovrà essere allegata alla scheda medesima.

È possibile iscriversi online dal sito www.medicinabiointegrata.it.

Al termine del Meeting verrà rilasciata regolare fattura.