Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra

Il metodo acido-base: elisir di lunga vita

Scritto da: Hervé Grosgogeat | Alimentazione e Salute

Il metodo acido-base: elisir di lunga vita

È oggi riconosciuto dagli scienziati e dagli specialisti delle medicine complementari che l’alimentazione influenza in gran parte uno degli equilibri fondamentali del nostro corpo: l’equilibrio acido-base.
Avete mai pensato che gli alimenti ingeriti ogni giorno possono avere degli effetti sul nostro organismo altrettanto potenti di quelli che ha un farmaco? L’alimentazione può così creare tanto dei danni quanto dei benefici: è tutta una questione di scelta e di compensazione, due principi essenziali insegnati dal metodo acido-base.

La strategia nutrizionale del metodo acido-base è una filosofia del “mangiar bene per vivere bene” che non esclude i piaceri di un’alimentazione gustosa. È un metodo trasversale che riconcilia scienza e natura per creare un approccio terapeutico che tenga conto degli effetti degli alimenti sulla salute. Il suo principio permette di equilibrare al meglio i pasti senza abbandonare i piatti preferiti.

Secondo voi, qual è il ruolo del nutrizionista? La maggior parte risponderà che è il medico che aiuta a lottare efficacemente contro un sovraccarico ponderale. Ma è come dimenticare che questa non è che una delle conseguenze di disordini più importanti. Il nutrizionista non mira semplicemente alla soddisfazione dei nostri bisogni fondamentali di elementi nutritivi. Egli deve analogamente permetterci di raggiungere uno stato metabolico ottimale per prevenire e ridurre il rischio di contrarre malattie. Determinare la causa per combatterne al meglio gli effetti, è il concetto di questa professione.

Il metodo acido-base mira al raggiungimento dell’equilibrio ottimale. Questo programma vi farà adottare scelte alimentari giudiziose in occasione dei vostri acquisti o quando pranzerete al ristorante. Imparerete progressivamente a ragionare acido-base in maniera automatica.
È possibile correggere le proprie cattive abitudini a qualsiasi età e ritrovare il cammino di una vita sana e gioiosa.

Il metodo acido-base



Se dovessi riassumervi in poche parole il metodo acido-base lo farei così:
-    trovare una formula di riequilibrio nutrizionale 70/30 (70% di alimenti alcalinizzanti e 30% di alimenti acidificanti);
-    l’ausilio di integratori alimentari rimineralizzanti e antiossidanti;
-    un’alta percentuale di fibre;
-    un equilibrio glicemico;
-    una idratazione adatta ai bisogni dell’equilibrio acido-base;
-    una buona gestione delle stress, per abbassare il tasso del cortisolo, l’ormone dello stress (attività fisica, yoga, ecc.).

Per funzionare, il corpo umano ha bisogno di alcune condizioni ben precise, chiamate costanti fisiologiche: temperatura di circa 37°, pressione arteriosa intorno a 130/70, etc. Discostarsi da queste norme è sinonimo di assunzione di rischio. Prima di tutto per la salute e in secondo luogo per la vita stessa. Una forza vitale intelligente, chiamata omeostasi, veglia giorno e notte sull’insieme di questi fenomeni permettendo l’assicurazione dell’equilibrio dell’organismo. Questo equilibrio, detto fisiologico, dipende da migliaia di reazioni interne all nostro corpo, e ci è indispensabile altrettanto equilibrio tra attività e riposo, stato di veglia e sonno, inspirazione ed espirazione, apporti e consumi energetici, produzione ed alimentazione di acidi, etc. È tutta una questione di compensazione: non appena si pende da una parte, bisogna mobilitare le proprie forze, energia e volontà per ristabilire l’equilibrio. L’equilibrio può dunque definirsi come l’alternanza armoniosa tra due squilibri.

Quando si studia la specie umana secondo la scala dell’evoluzione, si constata che la nostra alimentazione è cambiata molto recentemente e molto rapidamente. Senza dubbio troppo rapidamente. Alcuni ricercatori vedono in questa rivoluzione alimentare la spiegazione più probabile delle nostre malattie da civilizzazione, soprappeso in testa. Se si accetta che il nostro antenato più diretto, il cacciatore-raccoglitore, è apparso circa 30.000 anni fa, ciò significa cha la nostra specie ha seguito per il 90% della propria storia lo stesso regime alimentare. Una dieta a base di selvaggina, pesce e vegetali. L’analisi delle ossa ritrovate nei siti preistorici ha rilevato che gli uomini primitivi non conoscevano né l’osteoporosi né l’artrite né le carie dentarie.
Ora, che cosa consumiamo noi in quantità in questo inizio di terzo millennio?
In questo inizio di terzo millennio l’uomo assorbe quantità di cibi totalmente sconosciuti alle migliaia di generazioni precedenti: cereali raffinati, pasta, dolciumi. Ne deriva un eccesso di alimenti acidificanti. L’industralizzazione e lo sviluppo delle tecnologie hanno cambiato il destino della maggior parte dei prodotti coltivati nelle nostre campagne. Come si è potuto dimenticare così presto che l’uomo non ha sempre mangiato lasagne con la besciamella, panini prosciutto-burro-cetriolini sottaceto o bevuto gazzose aromatizzate artificialmente? Per la maggior parte della sua lunga storia esso si è alimentato esclusivamente in modo naturale.

Da ormai quattro decenni vengono promossi diversi programmi dietetici che hanno un punto in comune: efficaci in un primo tempo, possono, a lungo andare, rivelarsi infruttuosi, talvolta pericolosi. Non è certo una pillola miracolosa che vi aiuterà a dimagrire.
Ogni dieta che elimina completamente un gruppo alimentare provoca uno squilibrio nefasto per la salute.
Il metodo acido-base non esclude alcun gruppo di alimenti (proteine, glicidi e lipidi); esso ne riequilibria il rapporto, ciò che permette di compensare i cibi acidificanti con alimenti a effetto inverso, ossia alcalinizzanti. Rispetta il nostro bagaglio genetico, il nocciolo duro dell’umanità, che non è cambiato e non è pronto a farlo. In altre parole, gli esseri umani sono naturalmente “concepiti” per nutrirsi seguendo una dieta a predominanza alcalina. Il metabolismo umano non si modifica: è il suo ambiente che cambia e in particolare le “costrizioni” della vita moderna. Siamo vittime di aggressioni esterne acidificanti, nocive nel più profondo di noi stessi.

Il ritorno a questo equilibrio passa attraverso l’applicazione del metodo omonimo che prova che, mediante le piccoli azioni quotidiane, potete diventare protagonisti della vostra salute. La vostra visione del benessere va modificata. Che fortuna poterci impadronire dei progressi della scienza e prendere la vita nelle nostre mani!

Tratto da Il metodo Acido-Base. Diminuire il peso, rallentare l’invecchiamento, prevenire le malattie
(Macro Edizioni, 2009).