Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra

Vegetariano o vegano? I germogli sono la tua miglior fonte di proteine

Scritto da: Ann Wigmore | Alimentazione e Salute

Vegetariano o vegano? I germogli sono la tua miglior fonte di proteine

Tratto da libro Germogli.

Le proteine vegetali sono proteine della miglior qualità in assoluto, e i germogli ne sono ricchissimi. Sono proteine facilmente utilizzabili dall’organismo, hanno un basso contenuto di grassi e non contengono grassi saturi o colesterolo. Invece, le proteine degli alimenti di origine animale sono in genere associate a grandi quantità di grassi potenzialmente dannosi e sono più difficilmente assimilabili dall’organismo. Gli alimenti di origine animale, specialmente dopo la cottura, tendono a produrre scorie tossiche, quando vengono scomposti nel corso della normale digestione.

Fra i germogli, le lenticchie sono la più ricca fonte di proteine di alta qualità: 500 g di lenticchie germogliate contengono circa 58 g di proteine, quantità più che sufficiente a coprire la dose giornaliera ufficialmente consigliata per un maschio adulto!

Le proteine sono costituite da componenti più semplici detti amminoacidi. Gli amminoacidi essenziali sono otto: isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptofano e valina, sostanze che l’organismo deve sintetizzare dalle proteine che ingeriamo con i cibi. Quando questi otto amminoacidi non vengono forniti dalla dieta, l’organismo non è in grado di rigenerare adeguatamente le proprie cellule e insorgono i primi sintomi di carenza. In realtà, gli altri quattordici amminoacidi sono altrettanto essenziali, ma l’organismo li può formare in modo autonomo.

Germogli
Tutto quello che devi sapere su: come coltivarli - le ricette - i principi nutritivi - i benefici per la salute
Voto medio su 3 recensioni: Buono


Gli amminoacidi agiscono sulle cellule del sangue e dell’organismo nel processo di auto-rigenerazione che ci ringiovanisce e ci prolunga la vita. Sono importanti per così tante funzioni fisiologiche e sistemi dell’organismo che sarebbe impossibile elencarli tutti. Possiamo riassumerne gli effetti affermando che sono essenziali per una buona digestione e assimilazione degli alimenti, per il rinnovamento delle cellule, per l’immunità dalle malattie, per la guarigione rapida delle ferite e per una corretta funzione epatica.
La carenza di un solo amminoacido può determinare allergie, bassi livelli di energia, digestione difficile, riduzione delle difese immunitarie e invecchiamento precoce. La reintegrazione dell’amminoacido mancante può, con altrettanta facilità, attivare una completa inversione dei sintomi.

Gli amminoacidi sono presenti in abbondante varietà in tutti gli alimenti vivi. I semi, i legumi, i cereali e i semi oleosi germogliati forniscono una gamma completa di proteine, garantiscono cioè l’apporto di tutti e otto gli amminoacidi essenziali; è comunque consigliabile consumare una grande varietà di germogli, poiché ogni tipo ne contiene in diversa proporzione. In breve, gli amminoacidi forniti dai germogli possono fare la differenza fra una salute passabile con livelli di energia inferiori alla media e un benessere e una vitalità totali.



Potrebbero interessarti