Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri la tua area riservata: Registrati Entra Scopri l'Area Riservata: Registrati Entra

L’approccio antiacido è un valido aiuto per la prevenzione e la cura delle malattie degenerative: ce ne parla il dottor Stefano Fais

Scritto da: Redazione Scienza e Conoscenza | Alimentazione e Salute

L’approccio antiacido è un valido aiuto per la prevenzione e la cura delle malattie degenerative: ce ne parla il dottor Stefano Fais

Esiste una particolare condizione corporea in grado di assicurarci la salute e la longevità?
Secondo alcune recenti ricerche scientifiche all’avanguardia e nelle parole di Stefano Fais e Rocco Palmisano, autori del volume L’approccio antiacido per la prevenzione e la cura delle malattie il controllo del pH corporeo e il mantenimento di una condizione di alcalinità nella gran parte degli organi ed apparati del nostro organismo sono i pilastri fondamentali per una salute duratura e anche per la cura di importanti patologie, dal cancro al diabete.
Ne abbiamo parlato con Stefano Fais, autore del libro, medico e ricercatore attualmente Direttore del Reparto Farmaci Anti-Tumorali dell’Istituto Superiore di Sanità.

 

Il suo ultimo libro, scritto a quattro mani con Rocco Palmisano, si intitola L’approccio antiacido per la prevenzione e la cura delle malattie ed è dedicato alle regolazione del pH corporeo per la nostra salute. Partiamo dai concetti fondamentali: cosa si intende con pH acido e ambiente basico?

Sarebbe facile rispondere che è acido tutto ciò che ha un pH inferiore a 7 e basico ciò che ha un pH superiore a 7. Spesso devo ricordare però che pH è l’acronimo di potere degli ioni H+, ed è un valore logaritmico in base 10 della quantità di H+ in un mezzo. Va da sé che la misura più corretta e precisa del pH sarebbe quella di misurare la concentrazione degli ioni H+.
Per semplicità e comodità ci accontentiamo di veder cambiare colore della cartina al tornasole per sapere grossomodo se ci troviamo di fronte ad una acidificazione o basificazione. Le urine sono il liquido corporeo dove il pH viene misurato più frequentemente ed agevolmente, e indubbiamente qualche idea se ne può avere su quello che sta succedendo nel nostro corpo. Ma il punto di riferimento più importante è il nostro sangue arterioso; dalla misurazione del cui pH possiamo capire lo stato di acidosi dell’intero organismo.


 

Leggi anche

 


 

Continua la lettura dell'intervista su Scienza e Conoscenza 60



Potrebbero interessarti